Pif non rispetta le regole in una clip esclusiva di Momenti di trascurabile felicità

-
16
Pif non rispetta le regole in una clip esclusiva di Momenti di trascurabile felicità

L'adolescenza è tempo di ribellione e totale intransigenza, e Paolo, che è il protagonista di Momenti di trascurabile felicità lo sa bene, anche perché lui stesso qualcosa del teenager ce l'ha. Certo non è come sua figlia, paladina delle regole e anche dei diritti delle donne, e non lo è perché lui, come molti di noi, ha il vizio di parcheggiare in doppia fila e se ne infischia del senso civico. Ha fegato, comunque la sua "bambina", come si vede dalla clip esclusiva del film di Daniele Luchetti che oggi vi mostriamo e che racconta il tempo "supplementare" che un uomo riceve in dono prima di trasferirsi definitivamente nell'aldilà.

Questa trovata del ritorno in Terra da un regno dei morti a cui si accede da una stanza caotica che somiglia alle poste non c'è nei libri di Francesco Piccolo che hanno ispirato il film, e che racchiudono una serie di aforismi o brevi racconti sulle piccole gioie e i piccoli fastidi del vivere quotidiano. E non ci sono nemmeno un marito, una moglie, dei ragazzi e delle amanti che abitano tutti in una Palermo bellissima e assolata che lasciare per il Paradiso appare particolarmente struggente. Il regista e lo scrittore (qui anche sceneggiatore) hanno lavorato molto - e bene - di fantasia, dirigendo una commedia malinconica che è anche una fiaba. La fiaba arriva al cinema il 14 marzo interpretata da Pif e da Thony e distribuita da 01 Distribution. Mix tra presente e passato, riflessioni e ricordi, è un tuffo nella mente di un uomo medio (e a volte un po’ mediocre) in cui è facilissimo identificarsi, a patto che si impari a perdonarsi e a volersi bene.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Lascia un Commento