News Cinema

Per ridere in famiglia: 9 commedie da vedere in streaming tutti insieme

31

In questo periodo di chiusura dei cinema, la Bim propone "Percorsi di visione" attraverso nove delle sue commedie da vedere in streaming insieme con tutta la famiglia.

Per ridere in famiglia: 9 commedie da vedere in streaming tutti insieme

In questo momento obiettivamente difficile si moltiplicano le offerte, le liste e i consigli per i film da vedere tutti insieme in streaming, specialmente nelle famiglie con bambini. Anche le case di distribuzione attingono ai loro cataloghi, come la BIM, che propone nove commedie disponibili in streaming, sotto l'etichetta "Risate di famiglia". Alcuni li abbiamo visti e recensiti, altri saranno una scoperta anche per noi. Nei link dei film troverete dove vederli in streaming. Buona visione, ridere allevia lo stress e fa bene alla salute, ora più che mai!

Un tirchio quasi perfetto è una commedia francese del 2016 diretta da Fred Cavayé, interpretata dal noto attore francese Dany Boon nel ruolo di un violinista e insegnante di musica, terribilmente avaro. Cresciuto con l’ossessione del risparmio e dell’accumulo di denaro, regola la sua vita con maniacale parsimonia. A causa della sua taccagneria, la maggior parte dei suoi vicini e colleghi lo evita, ma il suo rigoroso regime di vita va in crisi quando si innamora di Valérie, una timida violoncellista appena arrivata nella sua orchestra, e alla sua porta bussa Laura, che dice di essere sua figlia.

Troppa grazia è una commedia italiana, diretta da Gianni Zanasi. Uscito nel 2018, il film ha nel cast due premiati e bravissimi attori come Elio Germano e Alba Rohrwacher, che è Lucia, una geometra madre di figlia adolescente, a cui viene affidato l'incarico di mappare il territorio su cui dovrà sorgere “l’Onda”, maestosa opera edilizia che sconvolgerà il panorama in cui è cresciuta. Ma un giorno incontra una strana "apparizione" che le dice di bloccare i lavori ed edificare una Chiesa al posto del progetto. Lucia sta impazzendo, o c'è davvero qualcuno in alto che non vuole questo strazio?

Arriva dal Brasile È arrivata mia figlia, una commedia al femminile sui ruoli e le differenze sociali, diretta da Anna Muylaert e uscita nel 2015. È la storia di Val governante tuttofare a servizio di una facoltosa famiglia di San Paolo. Affidabile e rispettosa all'estremo delle divisioni di ruoli e di competenze, Val mai si sognerebbe di valicare le secolari linee di demarcazione tra padroni e servitù. Quando in questo consolidato equilibrio irrompe senza complessi di inferiorità la giovane figlia che non vede da anni, venuta a tentare l'esame di ammissione per la stessa prestigiosa università per cui si presenta il figlio dei ricchi, le cose cambiano velocemente per tutti. Le due straordinarie attrici vennero premiate al festival di Berlino e vale la pena vederlo per far capire anche ai più piccoli i sacrifici che certe mamme sono in grado di fare.

La famiglia Bélier di Eric Lartigau, è una commedia molto particolare del 2015, che racconta la storia di una famiglia che vive in campagna, dove gestisce una fattoria, e i cui componenti sono tutti sordomuti, tranne la figlia Paula, sedicenne, che fa da interprete tra loro e il mondo esterno Ma un giorno, spinta dal suo insegnante di musica che ha scoperto che ha un dono per il canto, decide di fare le selezioni per una nota scuola di canto parigina. La sua scelta, che significherebbe il suo passaggio all'età adulta ma lascerebbe i suoi a cavarsela da soli, scatenerà una serie di diverse reazioni all'interno della sua famiglia.

Non possiamo che consigliare di cuore Il piccolo Nicolas e i suoi genitori del 2009, che il regista francese, ex critico e appassionato di fumetti Laurent Tirard ha tratto da una delle opere per l'infanzia più famose di René Goscinny, autore di Asterix, scritta nel 1960 e illustrata da Sempé. Un film delizioso che racconta le avventure del piccolo Nicolas a scuola e coi genitori, interpretati dai bravissimi Kad Merad e Valérie Lemercier, interpretato non da piccoli attori ma da veri bambini, di cui conserva la spontaneità.

Nel 2014 esce il seguito Le vacanze del piccolo Nicolas, sempre diretto da Laurent Tirard e tratto ancora dalle storie di René Goscinny illustrate da Sempé. Stavolta Nicolas, i suoi genitori e la nonna partono tutti insieme in automobile diretti al mare. dove alloggeranno per qualche giorno e dove il bambino stringe nuove amicizie. Tra i tanti bambini, incontra Isabelle, una bambina che non smette di fissarlo e con la quale Nicolas teme che i suoi genitori vogliano costringerlo a sposarsi. Un sequel davvero bello, nel cui cast c'è anche il nostro Luca Zingaretti.

Proprio la protagonista dei due film precedenti, la mamma Valérie Lemercier, dirige e interpreta nel 2013 È arrivato nostro figlio. Nel film, Aleksandra - direttrice di una rivista di moda - e Cyrille - un affermato gallerista - sono una coppia felicemente glamour, che vive in un fantastico appartamento a Parigi e che come ulteriore accessorio alla loro vita, decidono di adottare un bambino russo di sette anni. Aleksei non è però quello che si aspettavano e il suo arrivo sconvolgerà le loro vite. 

Nel 2013 esce anche Tutta colpa del vulcano, di Alexandre Coffre. Il regista descrive il suo film come una "commedia antiromantica" venata d'avventura, ancora interpretata dal popolare Danny Boon. Per tutti l'eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajökull è un evento molto destabilizzante, ma per Alain e Valérie (Valérie Bonneton), è una vera e propria catastrofe. Per arrivare in tempo nello sperduto villaggio della Grecia dove sta per sposarsi la loro unica figlia, questi due ex coniugi ora divorziati, che si sono giurati eterno e sconfinato odio, saranno costretti dalle circostanze a intraprendere un avventuroso viaggio insieme.

La guerra dei bottoni è il remake di un celebre film di Yves Robert del 1961. Il regista di questa versione, uscita nel 2011, è Christophe Barratier, e nel cast ci sono Laetitia Casta, Kad Merad e Guillaume Canet. Tratto come il precedente dal romanzo di Louis Pergaud, è un po' "I ragazzi della via Paal" francese, perché racconta la storia di due bande di ragazzini in "guerra" tra di loro, descrivendo l'importanza che ha nella loro vita l'amicizia. Mentre il pianeta è scosso dai terribili eventi della Seconda Guerra Mondiale, un'altra guerra viene combattuta in un remoto angolo della campagna francese, tra i bambini dei vicini villaggi di Longeverne e Velran che si sono sempre odiati.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming