News Cinema

Oscar 2023, Pinocchio di Guillermo del Toro vince come Miglior film d'animazione: è un record per Netflix e l'animazione

Agli Oscar di quest'anno ha trionfato Pinocchio di Guillermo del Toro come Miglior film d'animazione: un vero record per il regista, Netflix e un'intero genere.

Oscar 2023, Pinocchio di Guillermo del Toro vince come Miglior film d'animazione: è un record per Netflix e l'animazione

Si è conclusa da poche ore la 95esima edizione dei Premi Oscar e tra sorprese e conferme, ancora una volta, si è rivelata come uno degli eventi più seguiti da tutto il mondo, capace di tenere incollati allo schermo schiere di appassionati cinefili e protagonisti del settore. Il primo premio a essere assegnato è stato l'Oscar come Miglior film d'animazione, andato quest'anno al Pinocchio di Guillermo del Toro che diventa così il primo regista a vincere la prestigiosa statuetta per il miglior film, regista e film d'animazione. E, di fatto, stabilisce un nuovo record per Netflix che porta a casa il primo Oscar nella categoria.

Oscar 2023, Guillermo del Toro vince con il suo Pinocchio il premio come Miglior film d'animazione: "L'animazione è pronta a fare un altro passo avanti"

L'adattamento in stop-motion del classico di Carlo Collodi ha permesso a Guillermo del Toro di ottenere il suo terzo Oscar, questa volta per il Miglior film d'animazione, dopo i due premi vinti nell'edizione del 2017 con La Forma dell'Acqua. Si tratta di un vero record anche per Mark Gustafson, un veterano della stop-motion che diretto Pinocchio insieme a del Toro e per Netflix che porta a casa per la prima volta la statuetta nella categoria di miglior lungometraggio animato.

Alla consegna dell'Oscar, il regista ha voluto nuovamente ribadire, come già in occasione della vittoria ai Golden Globes, l'importanza dell'animazione - che non deve essere intesa come genere - e le ingiustizie e discriminazioni a cui, ancora oggi, è sottoposta:

"L'animazione è pronta a fare il passo successivo. Questa è una forma d'arte che ha continuato ad essere messa in ginocchio commercialmente e dall'industria ed è stata relegata al tavolo dei bambini per moltissimo tempo. Ed è, invece, una forma d'are matura, espressiva, bella, complessa. Quindi, questa vittoria aiuta, ma si tratta di andare avanti come comunità. È importante mantenere viva questa forma d'arte. In questo momento il mio desiderio principale è finanziare un corso di stop-motion in Messico. Ci aiuterà a realizzare più film nella comunità in Messico e in America Latina, per continuare a spingere la stop-motion, una delle forme più democratiche e meno costose di animazione, alla quale può accedere chiunque."

Con la vittoria di Pinocchio di del Toro arriva anche il secondo Oscar per un film realizzato con la tecnica in stop-motion, dopo la vittoria, nel 2002 di Wallace e Gromit: la maledizione del Coniglio Mannaro. E segna un traguardo importante anche per Netflix che aspetta questo momento dal 2018, con la prima nomination nella categoria grazie a Klaus - i segreti del Natale e che da allora, ogni anno, ha ottenuto la nomination senza mai però riuscire a strappare il premio nelle mani della Disney. E questa è anche la settima volta in tutta la storia del premio - istituito ufficialmente nel 2002 - che l'Oscar non è andato a una pellicola Disney o Pixar.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Netflix
Amazon Prime Video
Disney+
NOW
Infinity+
CHILI
TIMVision
Apple Itunes
Google Play
RaiPlay
Rakuten TV
Paramount+
HODTV
  • Redattore Sezione TV
  • Giornalista pubblicista con la passione per il piccolo e grande schermo
Suggerisci una correzione per l'articolo