News Cinema

Oscar 2020: Brad Pitt e il suo sobrio discorso tra politica, figli, ricordi e "la scia di Leonardo DiCaprio"

221

E arriva anche l'Oscar per Brad Pitt, l'ultimo premio della stagione che va ad unirsi al Golden Globe, al BAFTA Award e al SAG Award per il suo ruolo in C'era una volta... a Hollywood.

Oscar 2020: Brad Pitt e il suo sobrio discorso tra politica, figli, ricordi e "la scia di Leonardo DiCaprio"

E anche lui sulla scia di Joaquin Phoenix, Renée Zellweger e Laura Dern, conclude in bellezza la stagione dei premi. Come i suoi colleghi, oltre al Golden Globe, al BAFTA Award e al SAG Award, anche Brad Pitt vince l'Oscar. L'attore trionfa nella categoria dei migliori interpreti non protagonisti portandosi a casa uno dei due Academy Award ricevuti dal film C'era una volta... a Hollywood di Quentin Tarantino. Si tratta del secondo Oscar per Pitt, il primo per il suo lavoro di attore che va ad affiancare quello ottenuto nel 2013 come produttore di 12 anni schiavo. I suoi discorsi delle ultime settimane sono stati particolarmente brillanti, come quello in cui ringraziava il feticismo dei piedi di Quentin Tarantino, ma per la cerimonia degli Oscar è stato più sobrio. Quello che segue è il discorso integrale di Brad Pitt ai premi Oscar 2020:

Wow, grazie. È incredibile, davvero incredibile. Grazie all'Academy per questo onore degli onori. Mi hanno detto che ho 45 secondi di tempo qui sopra che è 45 secondi più di quanto il Senato abbia dato a John Bolton questa settimana. Pensavo che forse Quentin fa un film su questa cosa e alla fine gli adulti fanno la cosa giusta. Questo premio lo devo a Quentin Tarantino. Sei originale, sei unico nel tuo genere. L'industria del cinema sarebbe un posto molto più asciutto senza di te e adoro la moralità che hai dato a Cliff Booth: cercare il meglio nelle persone, aspettarsi il peggio, ma cercare il meglio. Leo, resterei nella tua scia ogni giorno, amico. La vista è fantastica. E anche al resto del cast e della troupe, "Big Bad" Bob Richardson, Robert Garcia, Richie, il mio amico Mike Moh. Voglio anche dire, mentre stiamo celebrando tutto questo, che credo sia tempo di mostrare un po' di affetto per i nostri stunt coordinator e gli stuntman. Sentite, sono un po' esterrefatto... non sono uno di quelli che guarda indietro, ma stavolta sono costretto. Penso ai miei genitori quando mi hanno portano al drive-in a vedere Butch Cassidy, a quando ho caricato i bagagli in auto per trasferirmi qui. A Geena e Ridley che mi hanno dato la prima opportunità e a tutte le splendide persone che ho incontrato grazie alle quali sono qui ora. C'era una volta a Hollywood... non è che la verità. Questo premio è per i miei figli che rendono colorata qualunque cosa io faccia. Vi adoro.

Brad Pitt apre dunque il suo discorso criticando il Senato degli Stati Uniti che ha votato contro la testimonianza di John Bolton nel processo per l'impeachment del Presidente Donald Trump, poi ringrazia Tarantino per aver scritto e avergli permesso di interpretare un personaggio come Cliff Booth. Cita anche Mike Moh che in C'era una volta... a Hollywood interpreta Bruce Lee, ma le parole per l'amico e partner di scena Leonardo DiCaprio sono sempre le migliori. E ancora, ringrazia l'attrice Geena Davis e il regista Ridley Scott per avergli affidato quel piccolo ruolo in Thelma e Louise che nel lontano 1991 ha dato il via alla sua strepitosa carriera.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming