Oscar 2019: le reazioni degli attori e registi scelti dall'Academy

-
71
Oscar 2019: le reazioni degli attori e registi scelti dall'Academy

E puntuali all'annuncio delle candidature agli Oscar 2019 sono arrivate le reazioni dei prescelti dell'Academy. In genere - non sempre - si tratta del solito bla bla di ringraziamento, ma per la cronaca ve ne traduciamo alcune. A noi fanno molta più allegria quelle immediate e spontanee, a caldo, come quella, impagabile, di Spike Lee di fronte al televisore.

Bradley Cooper, A Star is Born, miglior attore, sceneggiatura non originale, film: Tutti coloro che hanno lavorato a questo film hanno rischiato e si sono esposti, nella speranza di fare qualcosa a cui il pubblico potesse rispondere e che sentisse profondo e personale, così come mi facevano sentire i film che ho visto da ragazzo. Quando ho avuto questa occasione ho dovuto rischiare il tutto per tutto perché poteva essere l'unica. Quindi sono davvero molto grato per essere qua oggi, in un luogo in cui la gente che ha visto il film parla di come l'abbia fatta sentire, come qualcosa di profondo, la cosa semplicemente umana che abbiamo bisogno l'uno dell'altro, e per il fatto che l'Academy l'abbia riconosciuto stamattina.

Amy Adams, Vice – L'uomo nell'ombra, miglior attrice non protagonista: Tantissime grazie all'Academy per questo riconoscimento. È un onore essere candidata per un film che ho adorato fare. Sono grata ad Adam per aver scritto un materiale tanto ricco e aver creato un ambiente di lavoro così meraviglioso. Voglio anche congratularmi con gli altri candidati, coi membri del mio cast, la troupe e tutti quelli che hanno lavorato così duramente a questo film.

Yorgos Lanthimos, La Favorita, miglior regista, miglior filmVorrei ringraziare l'Academy per aver onorato così generosamente La Favorita, oggi. Sentendomi un po' come un outsider che sbirciava dentro, sono davvero grato per le candidature di stamani. Sono un significativo tributo per tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione de La Favorita, i miei talentuosi collaboratori e il cast sublime, guidato da Olivia Colman, Rachel Weisz ed Emma Stone

Emma Stone, La Favorita, miglior attrice non protagonista: Lavorare alla Favorita con le mie brillanti amiche Olivia Colman, Rachel Weisz e l'intero cast è stato davvero incredibile. Sono stato grata ogni giorno e sono onorata da questa candidatura. Yorgos ha creato un palazzo per tutte noi al cui interno recitare. Sarò per sempre in debito con lui e con tutto il team che ha dato vita a questa folle visione. Grazie a Fox Searchlight per il loro inestimabile sostegno e all'Academy per aver riconosciuto il nostro lavoro.
 

Sam Rockwell, Vice – L'uomo nell'ombra, miglior attore non protagonista: Porca miseria! Sono davvero onorato di avere un nuovo riconoscimento dall'Academy quest'anno. Vice è un film davvero speciale e importante di cui far parte e sono felicissimo per Adam, Christian, Amy ed Hank, come per il resto del cast e della troupe.
 

Yalitza Aparicio, Roma, miglior attrice non protagonista: Dal primissimo provino a stamattina, il mio viaggio con Roma è stato straordinario. Come figlia io stesso di un collaboratore domestico e di una donna indigena, sono orgogliosa che questo film aiuti quelli di noi che si sentono invisibili a essere visti. Sarò eternamente grata all'Academy per aver riconosciuto Roma e sono onorata di far parte della visione di Alfonso, di tutto il cast e la troupe e della mia cara amica Marina De Tavira. Sono davvero commossa e onorata, grazie.
 

Richard E. Grant, Copia originale, miglior attore non protagonista: Per un ragazzo cresciuto nello Swaziland, il paese più piccolo dell'emisfero sud, diventare attore sembrava un sogno impossibile, per non parlare di essere candidato all'Oscar! Sto letteralmente levitando!

Paweł Pawlikowski, Cold War, miglior film straniero: È un onore incredibile essere inclusi in questo gruppo di registi, e sono davvero grato all'Academy. Condividere questo film molto personale col mondo lo scorso anno è stato un viaggio indimenticabile. Non avrei potuto farlo senza i miei produttori Tanya Seghatchian ed Ewa Puszczyńska, la mia luminosa stella Joanna Kulig e il sostegno di Amazon Studios, che ha portato questo film in America. E congratulazioni speciali a Łukasz Żal, le cui brillanti luci hanno dato vita al film.
 

Adam McKay, Vice – L'uomo nell'ombra, miglior film, miglior sceneggiatura originale, miglior regista: I miei sinceri ringraziamenti all'Academy per aver riconosciuto i nostri incredibili cast e troupe, che hanno lavorato così instancabilmente su un film che copre cinque decenni. Sono davvero elettrizzato, supefatto ed eccitato!

Rachel Weisz, La Favorita, miglior attrice non protagonista: Grazie all'Academy per aver candidato La Favorita in così tante categorie. Sono immensamente fiera di farne parte e di essere candidata in compagnia di donne di tanto talento. Congratulazioni alle mie incredibili colleghe Emma e Olivia, al nostro geniale regista Yorgos e a tutti coloro che hanno partecipato a questo straordinario film. Grazie a Fox Searchlight per il loro incrollabile sostegno e per avere avuto il fegato di fare un film con tre complesse protagoniste femminili.

Marina De Tavira, Roma, miglior attrice non protagonista: Sono davvero onorata di questa nomination, grazie all'Academy per questo incre riconoscimento. Per sempre grata ad Alfonso Cuaròn per essersi fidato nell'affidarmi questo bellissimo personaggio e grazie a Netflix per aver resto questo film visibile in tutto il mondo. Lo condivido con
Yalitza e con tutta l'incredibile squadra che ha lavorato a Roma

Alfonso Cuaròn, Roma, miglior regia, miglior sceneggiatura originale miglior film:  Grazie all'Academy per aver candidato Roma in tutte queste categorie. L'esperienza umana è unica ed è la stessa, ed è davvero gratificante che un film in bianco e nero sulla vita in Messico venga celebrato in tutto il mondo. Stiamo vivendo un grande momento nel cinema, in cui la diversità è abbracciata dal pubblico. Questo genere di visibilità spinge avanti la nostra industria e crea altre opportunità perché emergano nuove voci e nuove prospettive. È la testimonianza di quanto tardi stiamo arrivando a questo momento, in cui storie degli invisibili tra di noi – collaboratori domestici e donne indigene – sono messe al centro delle nostre narrazioni. Condivido questo col mio cast, la troupe, i produttori e, ancora più importante, con la mia famiglia e col Messico.

Regina King, Se la strada potesse parlare, miglior attrice non protagonista: Wow, wow, wow. La parola che continua a venirmi in mente è fiera. Fiera del nostro cast e della nostra troupe con tutto il lavoro che abbiamo messo in questa storia incredibile, eppure ancora attuale. Sono grata a Barry Jenkins per aver creato questo bellissimo ruolo dalle parole del grande James Baldwin. Collaborare con Barry è stata una delle vette della mia carriera e questo riconoscimento è la ciliegina sulla torta! E grazie all'Academy!

Barry Jenkins, Se la strada potesse parlare, miglior sceneggiatura non originale: È un grandissimo onore essere in compagnia di colleghi e leggende che ammiro. E ancor più mi riempie il cuore il fatto che il nome e il lavoro di James Baldwin sia associato con l'Academy di cui sono fiero di far parte. Per conto della famiglia del film, i miei infiniti ringraziamenti all'Academy per aver ancora una volta riconosciuto me, i miei amici e James Baldwin.

Willem Dafoe, Van Gogh – Sulla soglia dell'eternità, miglior attore protagonista: Sono fuori di me dalla gioia per questa candidatura. Interpretare Vincent Van Gogh nel film di Julian Schnabel è stato un dono. La lavorazione mi ha trasformato e il lavoro con Julian è stato così completo e ravvicinato che a volte mi sembrava che fossimo la stessa persona. Condivido questo onore con lui. Sono davvero orgoglioso di questo film e questo riconoscimento significa che avrà maggiore visibilità e sarà visto da più persone, che è un premio MOLTO gratificante.

Spike Lee, BlackKklansman, miglior film, miglior regia, miglior attore non protagonista (Adam Driver), miglior sceneggiatura non originale, miglior montaggio, miglior colonna sonora originale:
 



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Lascia un Commento