Oscar 2017: un Honest Trailer speciale sui film candidati

- Google+
59
Oscar 2017: un Honest Trailer speciale sui film candidati

Puntualissimo, arriva anche quest'anno l'Honest Trailer dei film candidati agli Oscar 2017, ed è davvero esilarante (a seconda di come voi la pensiate sui film candidati). Dopo aver candidamente ammesso che di Lion hanno visto solo il trailer perché escono troppi film tutti insieme, e aver ipotizzato che l'Academy abbia ampliato a nove la rosa dei candidati nella speranza che il pubblico ne abbia visto almeno uno,  quei pazzi di Screen Junkies passano a (mal) trattare i singoli film.

Va così così ad Arrival, di cui si sottolinea l'assurdità di un momento cruciale della trama (ma poi ci si chiede anche cosa debba fare un  interprete - nel caso Amy Adams - per vincere l'Oscar, e si dà pure l'ovvia risposta), mentre va meglio agli altri film, soprattutto a Hell or High Water che non ha nessuna chance ma si capisce è quello che gli autori hanno preferito.

Si prende in giro Mel Gibson per la sua fissa dello splatter e Barriere per il suo eccesso di recitazione in una stanza, si scherza sui temi un po' scontati di Moonlight (anche se si loda la regia di Barry Jenkins), mentre va meglio a Manchester by The SeaIl diritto di contare. Per quanto riguarda il favorito La La Land con le sue 14 candidature, gli autori ne mettono in evidenza la sopravvalutazione, definendolo "la masturbazione di Hollywood".

Ma la parte più divertente è sicuramente quella in cui gli autori, prevedendo i discorsi anti Trump la sera della premiazione, decidono di dare al Presidente il diritto di replica via Twitter e manipolano a tal scopo alcune delle sue famose esternazioni per commentare i candidati. Impagabili!



Lascia un Commento
Lascia un Commento