Schede di riferimento
News Cinema

Orlando Bloom e la folle colazione che ha fatto sganasciare dalle risate il web

3

Nel descrivere al Sunday Times le sue peculiari abitudini mattutine, soprattutto alimentari, Orlando Bloom ha provocato involontariamente le risate di una moltitudine di persone, che lo hanno bonariamente preso in giro sui social.

Orlando Bloom e la folle colazione che ha fatto sganasciare dalle risate il web

C’è un’intervista di Orlando Bloom che ha fatto morire dal ridere il web e che riguarda la sua routine mattutina, in particolare alimentare. Il problema è che l'attore, entrato nell'Olimpo delle star grazie alla saga di Pirati dei Caraibi e de Il Signore degli Anelli, non aveva nessuna intenzione di scatenare l'ilarità generale quando ha raccontato al Sunday Times in che modo comincia la sua giornata. Ciò, se vogliamo, è ancora più preoccupante del contenuto stesso della sua dichiarazione, perché dimostra quanto le persone famose vivano in un mondo tutto loro, lontano anni luce da chi si alza e va al lavoro e prima ha giusto il tempo di trangugiare un caffè e una brioche presa al bar, o al limite un paio di fette biscottate.

Ecco cosa ha risposto Orlando Bloom al giornalista che gli chiedeva di descrivere la sua routine mattutina:

Mi piace guadagnarmi la colazione, quindi mi limito a una miscela green che mescolo con il brain octane oil (olio di cocco potenziato, ndr), una miscela di collagene per i miei capelli e le mie unghie e un mix di proteine. In realtà è tutto molto Los Angeles. Poi vado a fare una camminata durante la quale ascolto i Nirvana o gli Stone Temple Pilots. Alle 9.00 faccio la mia colazione, che consiste in porridge, latte alla nocciola, cannella, estratto di vaniglia, nocciole, bacche di goji, una miscela proteica vegana e una tazza di PG Tips (un tè, ndr). Seguo al 90% la dieta Plant-Based quindi mangio un bel pezzo di carne rossa forse una volta al mese. A volte guardo una mucca e penso che sia la cosa più bella al mondo.

Ovviamente l'effetto di queste parole sui più è stato dirompente, anche perché buona parte del globo terracqueo non sa cosa sia l'octane oil né ha mai avuto voglia di mandar giù di prima mattina un bibitone dello stesso colore del primo vero Slime. Il web insomma si è scatenato e su Twitter sono stati in molti a farsi beffe dell’attore, che nel frattempo ha avuto dalla compagna Katy Perry una bella bimba di nome Daisy Dove (laddove Daisy sta per margherita e Dove per colomba). Molti hanno postato una foto dell'articolo dicendosi increduli, qualcuno ha riso di gusto e qualcun altro ha postato, sotto alle parole di Bloom, una foto di Christian Bale nei panni del folle Patrick Bateman di American Psycho. Quest'ultimo paragone è in parte calzante, perché anche il personaggio nato dalla fantasia di Bret Easton Ellis era un maniaco dell'alimentazione e dell'esercizio fisico.

Se comunque le parole di Bloom vi meravigliano, sappiate che come lui ci sono tantissimi altri divi dalle abitudini assai particolari. Basti pensare a Tom Cruise che, in visita Roma per la promozione di un film, pretese di bere solo acqua Fiji con una fettina d'arancio e una di limone, o a quanti pretendono interi piani di hotel o qualche dose di polverina bianca in omaggio. Il povero Orly, in fondo, non dà fastidio a nessuno con le sue miscele immangiabili. Anzi, ci sembra nobile che abbia deciso di meritare il primo pasto della giornata, invece di comportarsi da bambino viziato.

Ma cosa fa l'attore a parte nutrirsi di scialbe sbobbe? Oltre ad aver affiancato Scott Eastwood in The Outpost, è stato protagonista della serie Carnival Row al fianco di Cara Delevingne.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo