News Cinema

Opera senza autore: il vero pittore che ha ispirato la storia del film tedesco

165

Il regista Florian Henckel von Donnersmarck, premio Oscar per Le vite degli altri, realizza un altro capolavoro ispirato a una storia vera: Opera senza autore, un film sulla ricerca dell’identità artistica che si svolge nel corso di tre decenni nel dopoguerra tedesco.

Opera senza autore: il vero pittore che ha ispirato la storia del film tedesco

Dopo aver vinto l'Oscar come miglior film straniero nel 2007 con Le vite degli altri, e aver diretto a Venezia Johnny Depp e Angelina Jolie in The Tourist, il regista tedesco Florian Henckel von Donnersmarck porta sullo schermo una storia ispirata a fatti realmente accaduti. Opera senza autore è un film ricco di suspense che affronta il significato dell'arte e della ricerca artistica. La trama conduce lo spettatore attraverso un periodo di tre decenni: guerra, distruzione, ricostruzione, socialismo e la giovane Repubblica Federale Tedesca, ma il film verte soprattutto sull’arte e sul percorso artistico del protagonista.

Opera senza autore: la trama del film candidato a due premi Oscar

Opera senza autore racconta tre epoche di storia tedesca del dopoguerra attraverso l'intensa vita dell'artista Kurt Barnert (interpretato da Tom Schilling), dal suo amore appassionato per Elisabeth (Paula Beer) al complicato rapporto con il suocero, l'ambiguo Professor Seeband (Sebastian Koch). Ques'tultimo disapprova la scelta amorosa della figlia e cerca di porre fine alla relazione tra Kurt ed Elisabeth. Quello che nessuno sa è che le loro vite sono già legate da un terribile crimine commesso da Seeband decenni prima. Il film è stato candidato a due premi Oscar, come miglior film straniero e per la migliore fotografia.

Opera senza autore: perché il regista Florian Henckel von Donnersmarck ha scelto questa storia

L’idea di Opera senza autore è nata dal crescente interesse del regista per l’arte in generale e, precisamente, dal suo incontro con il pittore tedesco Gerhard Richter. La vita e le opere di questo artista, nato nel 1932, costituiscono una delle numerose fonti d’ispirazione del film. “Mi sono spesso imbattuto nelle opere di Richter, in momenti importanti della mia vita, in cui mi trovavo insieme agli amici più cari" spiega Florian in un'intervista. "Dopo settimane e mesi, non riuscivo a togliermi dalla testa le immagini di Richter, erano come una melodia che continuavo a sentire, come un tormentone, ma in questo caso non era nelle orecchie, bensì negli occhi e non era fastidioso, ma una fonte d’ispirazione continua”. Parlando dell'artista, il regista dice che “Gerhard Richter è stato interpellato sul potere dell’arte. L’essenza di ciò che ha detto è che ritiene sbagliato abbinare queste parole. Per lui l’arte non ha alcun potere, esiste per dare consolazione. Ho riflettuto a lungo su cosa volesse dire e concordo, anche a rischio di apparire melodrammatico, credo che voglia dire che ogni grande opera d’arte è una prova concreta che un trauma può essere trasformato in qualcosa di positivo”.
Qui sotto l'intervista a Florian Henckel von Donnersmarck che parla perfettamente italiano. Più in basso il trailer di Opera senza autore.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming