Schede di riferimento
News Cinema

Omero Antonutti, il Padre Padrone dei fratelli Taviani, ci ha lasciato

1

Morto a Udine all'età di 84 anni l'attore amato dai Taviani, con cui ha lavorato più volte, e da molti registi europei, anche narratore de La vita è bella e grande doppiatore.

Omero Antonutti, il Padre Padrone dei fratelli Taviani, ci ha lasciato

Nel 1978, quando aveva già 43 anni, Omero Antonutti - morto ieri a Udine all'età di 84 anni - vinse il Globo d'oro come miglior attore rivelazione per il ruolo protagonista in Padre Padrone dei fratelli Taviani, tratto dal romanzo autobiografico dello scrittore sardo Gavino Ledda. Lui, che era nato vicino a Udine, seppe incarnare quella terribile figura paterna in modo realistico e impressionante, e fu anche merito della sua interpretazione se il film vinse la Palma d'Oro a Cannes.

Al cinema era già apparso in alcuni film a partire dal 1966, ma fu quel ruolo la sua consacrazione. Per i Taviani recitò ancora in La notte di San Lorenzo, dove fu Galvano, Kaos, nel ruolo di Luigi Pirandello, Good morning Babilonia e Tu ridi. Amato dai registi intellettuali per il suo rigore, fu protagonista di Alessandro il grande di Theo Anghelopoulos nel 1980 e di El Sur di Victor Erice. Attore internazionale, ha recitato in diverse lingue, dal greco allo spagnolo al tedesco.

Ricordiamo anche la sua splendida interpretazione del banchiere Michele Sindona in Un eroe borghese di Michele Placido e quella di Giuseppe Saragat in Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana. Tra i suoi ritratti italiani ricordiamo anche quello di Roberto Calvi in I banchieri di Dio. Più di recente, l'abbiamo visto in Benvenuto Presidente!, dov'era il Segretario Generale, e in Pecore in erba di Alberto Caviglia. È ancora inedito l'ultimo film a cui ha partecipato, Hammamet di Gianni Amelio.

Antonutti, personaggio poliedrico, è stato molto attivo anche a teatro e in televisione: sul piccolo schermo lo ricordiamo, tra i tanti sceneggiati e tv movie, in Le mani sporche, Vestire gli ignudi, Verdi e La omicidi.

Non accreditato, prestò la sua bellissima voce al narratore de La vita è bella di Roberto Benigni. Quella di doppiatore è stata un'altra parte importante della carriera di Omero Antonutti: hanno parlato in italiano grazie a lui attori come Christopher Lee, John Hurt, Omar Sharif, Michael Gambon, Robert Duvall, Christopher Plummer e moltissimi altri.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming