Schede di riferimento
News Cinema

Olympia Dukakis: addio a un'attrice leggendaria

2

Il primo maggio è morta all'età di 89 anni la grande attrice americana Olympia Dukakis, premio Oscar per Stregata dalla luna, protagonista della serie tv Tales of the City. Il ricordo di Cher, sua "figlia", su Twitter.

Olympia Dukakis: addio a un'attrice leggendaria

E' morta il primo maggio a New York, all'età di 89 anni, la grandissima attrice americana Olympia Dukakis, nota al grande pubblico per il ruolo della madre di Cher, Rose Castorini, in Stregata dalla luna, per cui vinse l'Oscar nel 1988, e per quello di Anna Madrigal, la materna protagonista e padrona di casa di Tales of the City, personaggio transgender, nelle serie tratte dai racconti omonimi di Armistead Maupin.

Nata in Massachussets e figlia di immigrati greci, Dukakis, dopo essersi distinta da giovanissima nello sport, nel 1961 aveva iniziato a calcare con successo le scene teatrali. Con la compagnia fondata assieme al marito Louis Zorich porta per decenni in scena i classici del teatro antico e contemporaneo. In tv e al cinema arriva nei primissimi anni Sessanta, generalmente in piccoli ruoli, come ne Il giustiziere della notte dove interpreta una poliziotta. Nel 1983 appare in diversi episodi del televisivo Aspettando il domani, ma è Stregata dalla luna di Norman Jewison, nel 1988, a darle la notorietà che merita, oltre all'Oscar e al Golden Globe.

Da allora, la ricordiamo in molti film di successo, da Fiori d'acciaio alla serie di Senti chi parla, da Il club delle vedove a La dea dell'amore di Woody Allen. Nel 1993 conquista il cuore del pubblico gay ed etero con la sua toccante, sgargiante e umanissima interpretazione di Anna Madrigal nella prima stagione di Tales of The City per cui viene candidata ai BAFTA, e lo stesso anno viene candidata al Golden Globe per la sua performance in Sinatra, e otterrà una nomination agli Emmy nel 1998 per More Tales of The City, secondo adattamento dei libri di Maupin.

Nel 2001 riprende il ruolo di Anna Madrigal in Further Tales of the City, e concluderà col personaggio nel 2019 con la nuova serie di Tales of The City. Diventata un'icona per la comunità LBGT, nel 2011 sfila orgogliosamente in parata al Pride di San Francisco. Nel 2018 alla sua vita e alla sua carriera è stato dedicato il documentario Olympia, mentre è ancora inedita la sua ultima apparizione cinematografica in Not to Forget, realizzato per raccogliere fondi e accrescere la consapevolezza sull'Alzheimer. Al teatro, suo grande amore, ha dedicato la maggior parte della sua carrierta, ed è stata un'attivista impegnata in prima persona per i diritti delle donne e della comunità omosessuale. Qua sotto il ricordo della "figlia" Cher, che le aveva parlato l'ultima volta tre settimane fa.

Nel 2003 ha pubblicato l'autobiografia "Ask Me Again Tomorrow: A Life in Progress", in cui racconta anche le difficoltà che ha dovuto affrontare come greco-americana di prima generazione, soggetta a bullismo, razzismo e odio, e la sua lotta con una malattia cronica e l'abuso di sostanze. Una grande, grandissima interprete e una persona di rara sensibilità ci lascia con l'addio di Olympia Dukakis, morta dopo un periodo di malattia nella sua casa di Manhattan, dopo una vita lunga e produttiva.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo