News Cinema

Nymphomaniac: Lars von Trier e Shia LaBeouf diversamente controversi

1

Il regista indossa una T-shirt polemica con Cannes, mentre l'attore cita Eric Cantona e si insacchetta la testa

Nymphomaniac: Lars von Trier e Shia LaBeouf diversamente controversi

Lars von Trier è un appetitoso bocconcino per gli organi di stampa, quotidiani, web o TV. Il cineasta danese è uno dei massimi provocatori del cinema contemporaneo, un filmmaker controverso e sperimentale, privo di filtri per natura, turbato dalle questioni esistenziali della vita e della società che non esita a mettere sul piatto di ognuno dei suoi film. Nymphomaniac è la sua ultima provocazione già uscita in alcuni paesi di cui il Festival di Berlino ha inserito in concorso la versione uncut Volume I del regista.

Anche ieri nella capitale tedesca, dunque, l’incontro con la stampa è stato succulento. Lars von Trier non ha partecipato alla conferenza stampa, decidendo comunque di lasciare un segno al photocall. Di fronte ai fotografi il regista indossava una maglietta nera con la palma del Festival di Cannes e la scritta “persona non grata”. Il riferimento va alla conferenza stampa di Melancholia nel 2010 in cui lasciò intendere di avere una certa comprensione sull’operato di Adolf Hitler e fu immediatamente bandito dal Festival francese. L’interpretazione su cosa volesse dire con quella maglietta è aperta a tutti: 1) sono fiero di non essere gradito; 2) rivendico quanto ho precedentemente dichiarato; 3) non parlerò per non rischiare la cacciata anche da Berlino; 4) il destino è quel che è, non c’è scampo più per me (tanto per riderne citando Frankenstein Junior).

Altro individuo contraddittorio, di ben altra fattura, che regala notizie facili su di sé è Shia LaBeouf (il quale si è fatto togliere un dente per meglio interpretare il suo personaggio in Fury). Essendo nel cast di Nymphomaniac, l’attore è intervenuto in conferenza stampa insieme ai suoi colleghi per dire la seguente frase: “when the seagulls follow the trawler, it is because they think sardines will be thrown into the sea”. Traduzione letterale: “quando i gabbiani seguono il peschereccio, è perché pensano che le sardine saranno gettate in mare”. Detto questo, ha aggiunto un thank you very much, si è alzato ed è uscito dalla sala gremita. LaBeouf ha citato alla virgola l’ex calciatore ora attore Eric Cantona (naturalmente anche lui controverso personaggio) quando disse la stessa frase nel 1995 quando, dopo aver colpito con un calcio uno spettatore allo stadio, seppe che la pena di due settimane di reclusione era stata commutata in 120 ore di servizi sociali.

In serata, sul red carpet, Shia Labeouf ha poi avuto la pensata di coprirsi il capo con un sacchetto riportante la scritta “io non sono più famoso”.







  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming