News Cinema

Non abbiate paura - la vita di Giovanni Paolo II: la potente omelia del papa Santo che ha ispirato il film

Thomas Kretschmann e Bruno Ganz sono i protagonisti di un commovente biopic su Karol Wojtyla.

Non abbiate paura - la vita di Giovanni Paolo II: la potente omelia del papa Santo che ha ispirato il film

Giovanni Paolo II, nato il 18 maggio del 1920 a Wadowice, una cittadina polacca situata 48 km a sud-ovest di Cracovia e scomparso il 2 aprile del 2005, è stato il primo pontefice polacco della storia e il primo papa non italiano dai tempi di Adriano VI, da cui lo separavano ben 455 anni. Da uomo di chiesa amato qual era, è stato spesso raccontato tanto dal cinema quanto dalla televisione. Sul piccolo schermo, lo ricordiamo per esempio in Karol - Un uomo diventato Papa e Karol - un Papa rimasto uomo, a cui abbiamo dedicato due articoli, oltre che nella miniserie Giovanni Paolo II, nella quale a interpretarlo era John Voight. E se l'unico biopic cinematografico a lui dedicato è Da un paese lontano di Krzysztof Zanussi, non possiamo certo dimenticare, fra le testimonianze o gli "omaggi" per immagini, Non abbiate paura - La vita di Giovanni Paolo II, film biografico per la televisione lituano/statunitense del 2005 di Jeff Bleckner. Ne è stato protagonista l'attore tedesco Thomas Kretschmann. Al suo fianco, Bruno Ganz nei panni del cardinale e arcivescovo cattolico polacco Stefan Wyszyński, Joaquim de Almeida (Arcivescovo Oscar Romero), Charles Kay (Papa Paolo VI) e Sebastian Knapp (Ali Acga).

Non abbiate paura - la vita di Giovanni Paolo II: la trama

Non abbiate paura - la vita di Giovanni Paolo II ripercorre la vita di Karol Wojtyla dai primi anni trascorsi a Wadowice, in una Polonia ante guerra, fino alla fine del suo pontificato. La storia comincia con la visita del Papa a Gerusalemme, nel marzo del 2002. Presso il Muro del pianto, il luogo sacro per il popolo ebraico in cui Giovanni Paolo si reca per promuovere la riconciliazione tra cristiani ed ebrei, al pontefice tornano alla memoria gli eventi principali che hanno segnato la sua esistenza: dai terribili lutti vissuti in tenera età alla brutale invasione dell'amata Polonia a opera del Terzo Reich, fino ad arrivare al conclave avvenuto nell'ottobre 1978, al termine del quale Karol viene eletto Papa Giovanni Paolo II dando inizio al secondo pontificato più lungo della storia. Attraverso i suoi numerosissimi viaggi, Wojtyla ha donato nuovo impulso alla Chiesa Universale. Le sue parole sono state fonte d'ispirazione, conforto, forza e coraggio per chiunque le abbia udite, rendendolo un'autorità morale non solo per i cattolici, ma per il mondo intero, che persiste indelebile anche dopo la sua scomparsa.

Non abbiate paura - la vita di Giovanni Paolo II: la spiegazione del titolo

Quando, il 22 aprile del 1978, Karol Wojtyla, eletto papa 6 giorni prima con il nome di Giovanni Paolo II, tenne un'omelia per l'inizio del pontificato, disse, con la forze trascinante che sempre avrebbe caratterizzato la sua retorica: "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa cosa è dentro l'uomo. Solo lui lo sa! Oggi così spesso l'uomo non sa cosa si porta dentro nel profondo del suo animo, del suo cuore, così spesso è incerto del senso della sua vita su questa terra e invaso dal dubbio che si tramuta in disperazione. Permettete quindi, vi prego, vi imploro, con umiltà e fiducia, permettete a Cristo di parlare all'uomo. Solo lui ha parole di vita, sì, di vita eterna".
Come scrisse un giornalista nel 2011: "In quel grido, in quelle parole, era già indicata la linea ispiratrice del pontificato di Giovanni Paolo II: la fortezza nella fede e il senso di responsabilità che animano un vescovo nella sua alta missione devono portarlo a non avere paura quando si tratta di proclamare la verità, di difendere i valori e di difendere le persone".

Nel giorno precedente al centenario della nascita di Karol Wojtyla, il 18 maggio del 2020, il cardinale Stanislaw Dziwisz, che è stato il segretario particolare di Wojtyla e il suo angelo custode per 40 anni, ha ricordato proprio l’omelia di insediamento di Giovanni Paolo II, ribadendo il suo valore e la sua l'importanza nell'epoca della pandemia di Coronavirus. Ecco la sua dichiarazione: "Quelle parole sono state dettate dal suo cuore e dalla sua fede, dalla convinzione che Dio è al centro di tutte le vicende umane (…) La vita di Papa Giovanni Paolo II ci incoraggia a non abbandonare mai i nostri sforzi per formare una grande comunità umana, ricca di diversità, rispettosa delle radici storiche dell'identità e una comunità riconciliata da un amore sincero, indulgente e sacrificale. Non lasciamoci sconfiggere dai particolarismi, dall'egoismo! Cerchiamo l'armonia in uno spirito di solidarietà umana e fraterna. Possiamo permetterci quello di cui il Papa era convinto (...) Posso assicurarvi che la caratteristica distintiva di Giovanni Paolo II è stata la sua incrollabile fede in Dio e la fiducia nell'uomo, redenta da Cristo. Il Papa, che ha dovuto vivere in tempi difficili, non ha mai perso la convinzione della grandezza e della dignità dell'uomo, non ha mai perso la speranza. Sono convinto che oggi egli prega per noi e ci incoraggia dall'alto, affinché anche noi non perdiamo la speranza e non perdiamo la speranza".

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming