News Cinema

NoirInFestival - Spionaggio e polpette

Arrivato a due giornate dalla fine, Il Courmayeur NoirInfestival continua a giocare la carta dell’alternanza e della varietà. In attesa dell’evento Avatar, propone al suo pubblico il film di spionaggio L’affaire Farwell e il film d’animazione Piovono Polpette.

NoirInFestival - Spionaggio e polpette

NoirInFestival - Spionaggio e polpette

Una delle figure più scomode della recente storia dell’Unione sovietica è il Colonnello Grigoriev del KGB (vero nome: Vladimir Vetrov) che nel 1981 fornì al governo americano e francese preziose informazioni sulle più importanti operazioni di spionaggio russe. A quest’uomo letteralmente scomparso dalla faccia della Terra il regista Christian Carion ha dedicato un film che il Courmayeur NoirInFestival ha voluto inserire fra i lungometraggi in concorso. L’affaire Farwell, che prende il titolo dal nome in codice di Grigoriev, trae spunto dal romanzo di Eric Raynaud "Bonjour Fairwell" ed è la risultante di alcuni incontri fra il regista e una serie di persone con un passato nei Servizi Segreti Francesi.

“Quando si è sparsa la notizia che avrei fatto un film su Fairwell” – ha detto Carion – “ho ricevuto una serie di telefonate da parte di curiosi personaggi che, davanti a un caffè, mi hanno parlato di un uomo che forse è ancora vivo e di cui non esiste nessuna testimonianza diretta. E’ stato questo alone di mistero a intrigarmi, perché mi consentiva di inserire nel racconto elementi di finzione. E poi non potevo non fare un film sull’uomo che è riuscito a mettere d’accordo Ronald Reagan con François Mitterand”. Deciso a girare il film in Russia e ad avere come protagonista un russo, Christian Carion ha chiesto aiuto a Nikita Mikailkov, che gli ha consigliato un attore molto conosciuto. A sei settimane dall’inizio delle riprese, l’attore in questione ha ricevuto l’ordine da parte del ministro della cultura di non calarsi nei panni di uno dei più grandi traditori nazionali. La produzione si è dunque rimessa in moto e a interpretare Farwell è stato chiamato Emir Kusturica. “Emir è straordinario” – ha commentato il regista. “Era contentissimo di fare solamente l’attore e soddisfatto di avere la sua roulotte e il suo telefono. Solo una volta si è vantato delle due Palme d’Oro vinte a Cannes, per il resto si impegnava duramente. Non voleva provare, temeva di perdere spontaneità, e questo ha messo in serie difficoltà la restante parte del cast”. Il coprotagonista di L’affaire Farwell è Guillaume Canet, che era già stato diretto da Carion in Joyeux Noel e che qui ha il ruolo dell’intermediario fra Grigoriev e i governi occidentali. E’ proprio il rapporto fra questi due personaggi l’elemento più bello di un film che ha il fascino di una vecchia spy-story e che, tenendo la Grande Storia sullo sfondo, si concentra sulla vita quotidiana di due quasi-eroi un po’ romantici. Lo fa senza condannare il Comunismo né l’America, e questa è senz’altro una delle ragioni per cui ci piacerebbe vederlo distribuito anche in Italia.

Ben altre atmosfere caratterizzano il film d’animazione Piovono polpette che il NoirInFestival ha voluto inserire nella sezione Mini-Noir dedicata ai bambini. Rigorosamente in 3D e distribuito dalla Sony Pictures, racconta le disavventure di un giovane inventore che per uno strano prodigio riesce a far funzionare una macchina che trasforma l’acqua in cibo: non frutta, verdura e carne bianca, ma schifezze di ogni genere (il cosiddetto junk-food) che piovono dal cielo e in poche settimane rinsaldano l’economia di una cittadina povera e grigia. Vissero tutti felici e contenti? Naturalmente no, perché, come ci hanno insegnato Morgan Spurlock con Super Size Me e Andrew Stanton con WALL•E, chi male e troppo mangia, mette in pericolo non soltanto la propria salute, ma la sopravvivenza dell’intero pianeta. La macchina che da sopra le nuvole scarica leccornie comincia a generare alimenti dal sistema molecolare impazzito e lo scenario del cartoon si fa apocalittico: Hal 9000 incontra le Piaghe d’Egitto e il disaster-movie lascia inevitabilmente spazio all’horror puro. Piovono polpette ha dunque una sua robusta morale. Inoltre, almeno per un po,’ ci toglie la voglia di abboffarci di nachos con salsa al formaggio, burro d’arachidi, beagles e donuts, e soprattutto di unti spaghetti al ragù. Dirigono Phil Lord e Christopher Miller, e l’uscita nelle nostre sale è prevista per il 23 dicembre.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo