Milla Jovovich se ne infischia delle stroncature: "Hellboy diventerà un cult movie"

-
117
Milla Jovovich se ne infischia delle stroncature: "Hellboy diventerà un cult movie"

Non tutti gli attori, all'indomani dell'uscita di un film in cui hanno recitato, si preoccupano del risultato al botteghino o delle opinioni di quelle menti illuminate che appartengono alla categoria dei critici. Fra questi c'è Milla Jovovich. Bella e famosa com'è - obietterà qualcuno - magari non ha bisogno del plauso generale, però non prendersela nemmeno un po’ per una serie di stroncature e un deludente risultato al boxoffice non è da tutti. La strega Nimue di Hellboy, per di più, non solo non è andata in un cantuccio a piangere all'indomani del weekend di apertura del nuovo adattamento dei fumetti di Mike Mignola, ma ritiene lo scarso successo e le stroncature (in particolare il misero 15% di recensioni positive su rottentomatoes) uno stimolo ad andare avanti, se non un punto d'onore.

Sulla sua pagina Instragram, l'attrice ha scritto che nessuno dovrebbe preoccuparsi per lei, perché l'incerto esordio di Hellboy non la turba affatto: "Il weekend di apertura è sempre stressante ed Hellboy non fa eccezione. Lavori duramente per fare qualcosa di divertente e appassionante e poi ti ritrovi a fare i conti con le critiche negative, ma hey: E’ IL MONDO DELLO SPETTACOLO, BABY!".

Milla ha poi aggiunto: "Tutti i miei film più fichi sono stati stroncati dai critici. E’ una cosa fottutamente buffa". L'attrice prosegue dicendo che, se qualcuno, nel '98, avesse letto, per esempio, le critiche fatte a Il quinto elemento, avrebbe pensato al peggior film di sempre. Parla anche de La vita è un sogno, che definisce un classico, però ci risulta che quel film non fu disprezzato dai critici, almeno stando a rottentomatoes. "Zoolander?" - continua la Jovovich - "stroncato. Giovanna d'Arco? Un disastro. Resident Evil? Nemmeno a parlarne. Eppure, ognuno di questi titoli è diventato un cult movie, un classico. OGNUNO, e succederà anche con Hellboy".

Ricordiamo che Hellboy si è piazzato terzo al botteghino USA con un guadagno di 12 milioni di dollari. Da noi, all'indomani del fine settimana di debutto, era a quota 756.000 Euro.

Visualizza questo post su Instagram

It’s always stressful on opening weekend and @hellboymovie is no different. You work super hard to make something fun and entertaining and have to absorb the negative reviews by movie critics, but hey! THAT’S SHOWBIZ BABY.😎 All I’m gonna say before going to bed is this: All my raddest films have been slammed by critics. It’s fucking hilarious. Dazed and Confused? Seriously? Classic movie. The Fifth Element! You would have thought that was the worst movie ever made if you read the reviews in like ‘98😂. Zoolander? Slammed. Joan of Arc? Disaster. Resident Evil? Let’s not even go there. Anyway, every one of those films is now a cult classic. EVERY. SINGLE. ONE. And this will be too. Mark my words. Why? 1. Because of the amazing actors. David Harbour. Ian Mcshane. Daniel Dae Kim. Sasha Lane. They are all so damn wonderful and talented, the movie is worth seeing just because they’re in it, especially one that’s so much fun to experience as this is. 2. @mikemignola who created the #Hellboy comics helped write the script and was on set every single day to make this film as close to his vision as possible. 3. It was directed by one of the greats. #NeilMarshall who brought us “The Descent”. One of the greatest horror movies ever. Trust me, you’re gonna have a blast watching the new @hellboymovie. I mean, one critic said “it’s a loud, gory mess only a teenager would love.”😂👍🏼👊🏼HELL yea Hellboy! Let’s have some fun! And with that, I wish you all a good night! Xo m😘

Un post condiviso da Milla Jovovich (@millajovovich) in data:



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento