News Cinema

Mastroianni, 20 anni dopo: lo ricordiamo, sì, noi lo ricordiamo (la tv molto meno)

287

Il 19 dicembre 1996 ci lasciava uno dei più grandi attori che abbiamo mai avuto.

Mastroianni, 20 anni dopo: lo ricordiamo, sì, noi lo ricordiamo (la tv molto meno)

Sono andato vedere che cosa fanno stasera alla televisione. E, come sempre, sono rimasto un po' deluso. Perché quando i mulini erano bianchi, i canali analogici e le previsioni del tempo solo quelle del Colonnello Bernacca, c'era la sana abitudine da parte del servizio pubblico televisivo (ma poi, a volte, anche delle tv private) di fare una programmazione dotata di un minimo di criterio in caso di eventi o anniversari di una certa rilevanza.
Invece, oggi che è il ventesimo anniversario della morte di uno dei più grandi attori che abbiamo mai avuto, uno che qualsiasi altra cinematografia estera avrebbe fatto carte false pur di averlo in nazionale, niente. Il nome di Marcello Mastroianni appare solo nel titolo di un documentario di 50 minuti che Rai Movie passerà in seconda serata.

Marcello Mastroianni, eh, mica uno qualunque. Mastroianni, quello che recitato nei film più belli della storia del nostro cinema, quello capace di essere uno dei più grandi quando a fargli concorrenza (che poi è una cosa bellissima, la concorrenza, perché diventa tutto un alzare l'asticella) erano gli altri moschettieri della stagione più bella del cinema italiano: i Gassman, i Tognazzi, i Sordi, i Manfredi. Roba che - con tutto il rispetto, per carità, e fatte alcune singolari eccezioni - per farne uno solo di quelli, oggi ne dovresti mettere insieme una decina.
Mastroianni il bello, il seduttore. Mastroianni l'indolente, il pigro, l'adorabile bugiardo. Mastroianni col carisma che quello nella sua unghia del mignolo io nemmeno in tutta la mia vita impegnandomi fino allo spasimo.
E in televisione, Rai, Mediaset, La7 o chi so io, niente. Silenzio.

Lo sfascio di un paese, per citare il nostro in La terrazza, lo vedi anche da queste cose: da come getta alle ortiche il suo patrimonio culturale, da come si rifiuta d'insegnare il bello e il giusto nel nome dello share a tutti i costi, pure una volta ogni vent'anni, ma anche fossero stati dieci il discorso non cambiava di una virgola.
Certo, abbiamo tutti i nostri DVD, i Blu-ray, qualcuno forse conserva ancora le VHS. Abbiamo pure le piattaforme streaming: in qualche modo di potrà rimediare. Ma è comunque un peccato.

Detto questo, mettere su un film per ricordare Marcello Mastroianni e perdersi nelle pieghe della sua recitazione sempre così ironica, sempre così apparentemente senza sforzo, sempre così precisa e al servizio di quello che il film chiedeva a lui e al suo personaggio, non è nemmeno una cosa semplice. Scegliere tra i tanti capolavori (tanti e capolavori, sì) che ha interpretato e reso tali rischia di mandare in crisi noialtri che ci mettiamo magari giorni prima di decidere quale libro nuovo iniziare.
Un Fellini o uno Scola? I soliti ignoti o La decima vittima, o magari Todo Modo? E perché non La grande abbuffata?

Prima di fare l'elenco, francamente inutile, dei film che tutti noi che amiamo il cinema non smetteremmo mai di rivedere di Marcello Mastroianni, io, con un filo di snobismo, stasera rivedrei volentieri Doppio delitto. Che di certo non è un capolavoro, che di certo non è una delle migliori intepretazioni di Marcello, dove di certo non c'è nessuno che gli grida "come here!".
Ma che è un film, quello diretto da Steno nel 1977, dove Mastroianni non è affatto "scialbo" come è scritto sul Mereghetti, o magari anche sì: ma in quel piccolo film lì, così legato a una Roma che non c'è più, nel ruolo di un commissario di polizia così ritirato in sé stesso ma mai davvero sconfitto, c'è tutto il Marcello Mastroianni che ai capolavori non si vergognava di alternare i filmetti magari pure un po' cretini. Tutto il Mastroianni riservato e goliardico assieme, quello che desiderava più di ogni altra cosa essere lasciato tranquillo a fare ciò che sapeva fare meglio di chiunque altro: l'attore, la sprezzatura.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming