Mary Poppins: Dick Van Dyke pagò 4000 dollari per essere il banchiere Dawes

- Google+
156
Mary Poppins: Dick Van Dyke pagò 4000 dollari per essere il banchiere Dawes

Oltre ai più noti Emily Blunt, Emily Mortimer, Colin Firth, Ben Whishaw Meryl Streep, nel cast de Il ritorno di Mary Poppins c'è l'ultranovantenne Dick Van Dyke, che nel primo film era lo spazzacamino Bert. In realtà l'attore ricopriva anche un altro ruolo, informazione di cui sono a conoscenza solo i super esperti di Mary Poppins. Armato di barba, baffi e sopracciglia finte, Van Dyke si era divertito a impersonare il banchiere Dawes, di cui interpreta il figlio nel sequel diretto da Rob Marshall.

La notizia di oggi però è un'altra e riguarda il modo in cui il nostro, nel '64, ottenne la seconda parte. Ne ha parlato lui stesso durante un'intervista che fa parte di uno speciale su Il ritorno di Mary Poppins andato in onda nel Giorno del Ringraziamento e intitolato Mary Poppins Returns: Behind the Magic - A Special Edition of 20/20. Chiacchierando con l'autore, attore e compositore Lin-Manuel Miranda (che ne Il ritorno di Mary Poppins è il lampionaio Jack), Dick Van Dyke ha raccontato che per vedersi accordato il permesso di essere il vecchietto che tossiva e cantava dovette dare a Walt Disney, che tentennava, ben 4000 dollari. L'accordo fu siglato e l'attore si dimostrò all'altezza del compito, come si vede da questa scena.

Ovviamente Van Dyke non ha dovuto sborsare nemmeno un dollaro per apparire ne Il Ritorno di Mary Poppins, che ha salutato con entusiasmo e un pizzico di nostalgia per i tempi andati. Il film, che invaderà le sale il 20 dicembre, è ambientato negli anni '30 e vede Michael e Jane Banks adulti e in difficoltà. A portare nuovamente la gioia nelle loro vite e in quelle dei loro figli ci penserà Mary Poppins, che si ripresenta alla loro porta.

Ecco l'estratto dello speciale sul film con l'intervista a Dick Van Dyke.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento