News Cinema

Maleficent 2, Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer: "La dolcezza può essere una forza"

62

Le due attrici hanno presentato a Roma Maleficent: Signora del Male, in arrivo nelle nostre sale il 17 ottobre.

Maleficent 2, Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer: "La dolcezza può essere una forza"

Maleficent: Signora del Male sbarca nelle sale italiane il 17 ottobre: abbiamo avuto modo di incontrare a Roma Angelina Jolie, che riprende il ruolo di Malefica dal primo Maleficent, e Michelle Pfeiffer, in questo seguito l'inedita regina Ingrith, antagonista di Malefica e aspirante nuova madre di Aurora (Elle Fanning).

Sia Angelina sia Michelle, che parlano anche per l'assente Elle, sono state attratte da personaggi complessi: è stato una gioia interpretarli. Sono tre donne forti. A proposito di girl power a Hollywood, sarebbe stato possibile fino a un decennio fa un lungometraggio blockbuster tutto al femminile? Angelina ridimensiona la lettura femminista, senza sminuirla: Difficile dirlo, tutto sommato qui c'è anche una donna cattiva, quindi si potrebbe leggere anche al contrario. Gli uomini nella storia contano ugualmente. Michelle aggiunge: E' sicuramente un buon momento per proporre un film del genere, soprattutto Aurora è il personaggio migliore.
A proposito della giovane principessa, Angelina Jolie, anche in qualità di coproducer del film diretto da Joachim Rønning, sottolinea la ricerca che c'è stata nel delineare il tragitto emotivo del personaggio di Elle Fanning, proprio per andare oltre lo stereotipo della donna che combatte per annullare le distanze col maschio: All'inizio la volevamo più dura, poi ci abbiamo ripensato. Non sarebbe stata Aurora. La dolcezza è la sua forza, non combatte fisicamente.

Il tema della maternità alimenta la vicenda, specie quando si parla di Malefica e Ingrith, che per Michelle Pfeiffer hanno un trascorso di traumi e paure. Angelina confessa: Anche io come Malefica pensavo che non sarei mai stata abbastanza buona come genitore. E' la figlia, Aurora, a dare equilibrio a Malefica.
Inevitabilmente il racconto diventa il ritratto della famiglia non basata su legami di sangue. Angelina, che come Michelle ha figli in adozione, non ha dubbi sul messaggio: Io credo sul serio nella famiglia non [solo] biologica, mi sento fortunata ad averla.
Michelle espande: Quello che dice Ingrith lo sentite sul serio dire alla gente: la tua vera madre, il tuo vero figlio. Fa male. Di fatto è ignoranza, e io l'ho messa in scena nella maniera più innocente possibile.
La maternità è entrata in gioco in modo più leggero durante la lavorazione del primo capitolo, come ci confessa Angelina: truccata per la prima volta da Malefica, si era mostrata ai suoi figli, ma uno in particolare ne era rimasto terrorizzato fino alla lacrime, costringendola a mostrargli che era solo finzione. Non valeva per tutta la prole dell'attrice: quando fu necessaria una bambina di cinque anni sul set, la Jolie ha dovuto coinvolgere sua figlia Vivienne (E non vuole fare l'attrice!), l'unica che non la temesse. Durante i provini con altre bambine, Angelina/Malefica risultava tanto disturbante da suscitare una fuga e una reazione: Mamma, dì alla strega che non mi deve parlare più!



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming