News Cinema

Luna di miele in tre: Renato Pozzetto nel primo flm di Carlo e Enrico Vanzina

1

Questa divertente commedia del 1976 ha segnato l'esordio alla regia di Carlo e la prima accoppiata col fratello Enrico alla sceneggiatura.

Luna di miele in tre: Renato Pozzetto nel primo flm di Carlo e Enrico Vanzina

I Vanzina. Vacanze di Natale, Sapore di mare, i cinepanettoni, Sotto il vestito niente, le farse, De Sica, Boldi, Salemme e via dicendo.
Chi di voi non ha mai visto almeno un film di Carlo (alla regia) e Enrico (alla sceneggiatura) almeno una volta nella vita? Scommetto però che pochissimi di voi hanno visto il loro primo film, esordio di Carlo dietro la macchina da presa con Enrico a occuparsi della scrittura: una commedia del 1976 intitolata Luna di miele in tre.

La trama di Luna di miele in tre

Alfredo Riva (Renato Pozzetto) fa il cameriere a Stresa, in un albergo frequentato soltanto da vecchie signore. Sogna le ragazze che vede sui paginoni delle riviste erotiche, ma dopo averla messa incinta si ritrova sposato con Graziella (Stefania Casini), cassiera di bar del posto. Alla vigilia del viaggio di nozze, però, Alfredo viene a sapere di aver vinto un concorso di "Playmen" il cui premio è una vacanza di cinque giorni in Giamaica in compagnia della bellissima Christine (la modella e attrice Kirsten Gille). Invece che a San Remo, come previsto inizialmente, Alfredo parte per la splendida isola dei Caraibi con l'ignara Graziella. Una volta sul posto, dovrà ricorrere a mille sotterfugi per lasciare da sola la moglie e passare del tempo con Christine. Ma, alla fine, pagherà le spese di tutti i suoi inganni.

Carlo e Enrico Vanzina: un esordio nel segno di Renato Pozzetto

Nel 1975, a soli 24 anni, Carlo Vanzina si era già fatto un nome come valido aiuto-regista (lavorando, tra gli altri, anche con Mario Monicelli). Enrico, di due anni più grande, che pure aveva fatto da aiuto al padre Steno, era sempre più attratto dalla sceneggiatura. I tempi erano maturi per il loro primo film. Carlo Ponti avrebbe voluto Carlo alla regia di un film con Giovanna Ralli, Colpita da improvviso benessere, ma qualcosa non lo convinceva. Nel frattempo i fratelli Vanzina erano diventati molto amici di Renato Pozzetto, che aveva appena iniziato alla grande la sua carriera cinematografica e con papà Steno aveva appena girato film come La poliziotta e Il padrone e l'operaio. C'era stima reciproca tra Pozzetto e i Vanzina (Enrico aveva scritto per lui dei dialoghi e delle scene di La poliziotta), e Carlo Ponti andò su tutte le furie quando Carlo decise di rifiutare la sua offerta per realizzare con Enrico e Pozzetto il film che sarebbe diventato Luna di miele in tre.

Un cast internazionale per ambizioni internazionali

Al fianco del protagonista Pozzetto (che quell'anno uscì nelle sale con ben otto film) nel cast del film ci sono un Massimo Boldi quasi esordiente nei panni di un collega di Alfredo; Cochi Ponzoni, storico partner televisivo di Pozzetto, in quelli di un cameriere che lavora nell'albergo giamaicano in cui finiscono Alfredo e sua moglie (interpretata da Stefania Casini), e che finirà per fare compagnia alla donna lasciata sempre sola.
I Vanzina, che per questo film miravano a uscire dai confini di quella che era la commedia italiana dell'epoca, dominata dai film di Castellano e Pipolo, guardavano a modelli d'oltreoceano, alla commedia degli equivoci e a autori come Neil Simon, Billy Wilder, Blake Edwards e soprattutto Elaine May (il suo Il rompicuori fu un riferimento imprescindibile).
Per questo, oltre a chiedere a Armando Trovajoli - qui al suo ultimo lavoro per il cinema - di realizzare una colonna sonora "alla Burt Bacarach", vollero nel cast anche Vincent Gardenia, caratterista americano molto amato dai fratelli, specie per il ruolo in Piccoli omicidi di Alan Arkin; e nel cast c'è anche spazio per Harry Reems, noto soprattutto per essere il protagonista maschile del leggendario Gola profonda, qui nel ruolo di un parrucchiere omosessuale che insidia Pozzetto.
La modella di Playmen di cui Alfredo è invaghito è invece interpretata da Kirsten Gille, attrice e modella anche nella vita.

Tutto il cinema dei Vanzina in nuce

Per quanto si rifacesse alla commedia americana, e per quanto un tipico Pozzetto-movie di quegli anni, Luna di miele in tre contiene in nuce quasi tutti gli elementi che saranno caratteristici del cinema di Carlo e Enrico Vanzina a venire: dalla passione per le storie ambientate in luoghi esotici e vacanzieri, al sempiterno tema delle corna, la passione per i toni della farsa.
Oggi rimane una testimonianza divertente e interessante di come due giovani cineasti romani iniziarono un percorso destinato a cambiare il volto del cinema italiano. 



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming