Lucca Film Festival e Europacinema 2017: 14 lungometraggi internazionali in concorso

-
9
Lucca Film Festival e Europacinema 2017: 14 lungometraggi internazionali in concorso

Mentre aspettiamo l'annuncio delle date in cui saranno a Lucca i numerosi e prestigiosi ospitoi dell'edizione 2017 del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017, sono stati resi noti i titoli dei 14 lungometraggi, tutti in anteprima italiana, selezionati per partecipare al concorso internazionale.

I premi contesi dai concorrenti saranno quello per il miglior film (per un valore di tremila mila euro al regista), miglior film europeo, assegnato dalla giuria degli studenti universitari e una “menzione d’onore”, che sarà decretata dalla giuria popolare. La selezione declina grande pluralità di generi e ampiezza di contenuti oltre a una frastagliata geografia ambientale e punteggiatura sociale. I film arrivano dai principali festival internazionali (da Berlino 2017 a Locarno, da San Sebastian a Toronto). Tanti i registi già conosciuti a livello mondiale come il controverso Bruce LaBruce, simbolo del New Queer Cinema, e il rumeno Calin Peter Netzer, Orso d’Oro al Festival di Berlino nel 2013 e in corsa anche nell’ultima edizione.

Questi i film selezionati: Ceux qui font les révolutions à moitié n'ont fait que se creuser un tombeau di Mathieu Denis, Simon Lavoie (Canada, 2016); Tamara Y la Catarina di Lucía Carreras (Spagna, Francia, Uruguay, 2016); El Invierno di Emiliano Torres (Argentina, 2016); Afterlov di Stergios Paschos (Grecia, 2016, 94'); Ikari di Sang-il Lee (Giappone, 2016, 142); Dao Khanong di Anocha Suwichakornpong (Thailandia, Paesi Bassi, Francia, Qatar, 2017); Rifle di Davi Pretto (Brasile/Spagna, 2017, 88’); Rekvijem za gospodju j (Requiem for Mrs. J) di Bojan Vuletic (Serbia/Bulgaria/Macedonia, 2017, 93’); The levelling di Hope Dickson Leach (U.K., 2016); Butterfly kisses di Rafael Kapelinski (U.K, 2017); The Misandrists di Bruce LaBruce (Germania/Canada, 2017); Dayveon di Amman Abbasi (USA, 2017); Ein Weg (Paths) di Chris Miera (Germania/Germany, 2017); Ana, Mon Amour di Cãlin Peter Netzer (Romania, 2017).

La selezione ufficiale è stata curata da Federico Salvetti, Stefano Giorgi e Nicolas Condemi, del comitato artistico del festival, mentre la giuria professionale sarà presieduta dal regista e produttore rumeno Cristi Puiu, presente a Lucca anche con la sua prima retrospettiva italiana. Alla nuova giuria universitaria è possibile invece iscriversi fino al 20 marzo e per la giuria popolare, realizzata in collaborazione con il Circolo del Cinema e di Lucca e Cineforum Ezechiele 25,17, si può fare richiesta di partecipazione fino al 30 marzo, in entrambi i casi mandando una mail a segreteria@luccafilmfestival.it


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Lascia un Commento