News Cinema

Looking for Eric - recensione del film di Ken Loach

Ken Loach affronta la commedia quasi pura con un film che applica il suo inconfondibile stile cinematografico ad una storia dalle venature surreali dove a farla da padrone sono un protagonista che deve dare una sistemata alla sua vita ma soprattutto la presenza di uno spirito guida che ha le fattezze e la personalità del suo idolo: Eri...


Looking for Eric - recensione del film di Ken Loach

Ken Loach affronta la commedia quasi pura con un film che applica il suo inconfondibile stile cinematografico ad una storia dalle venature surreali dove a farla da padrone sono un protagonista che deve dare una sistemata alla sua vita ma soprattutto la presenza di uno spirito guida che ha le fattezze e la personalità del suo idolo: Eric Cantona.

Chi l’avrebbe mai detto, qualche anno fa, che Loach si sarebbe spinto tanto in avanti sul terreno della commedia e che soprattutto avrebbe applicato il suo cinema realista e sociale ad una storia dove a risolvere i problemi del povero diavolo di turno è uno spirito-guida con le fattezze e la personalità di Eric Cantona.

Perché ad apparire e a impartire utili e produttive lezioni di vita ad Eric, un uomo stanco e depresso per come i suoi figli adottivi lo trattino ma soprattutto perché non si perdona di aver abbandonato anni prima la moglie e la figlioletta perché preso dal panico relativo alle sue responsabilità, è proprio l’ex calciatore del Manchester United, che Eric idolatra da sempre per la sua abilità sul campo e per la personalità forte e carismatica. Stanchi di vederlo sempre depresso, gli amici e colleghi di Eric cercano di aiutarlo con una sorta di seduta collettiva di training autogeno, che scatenerà in lui la capacità di vedere, parlare e confrontarsi con Cantona quando è da solo, magari annebbiato da una canna o da un bicchiere di vino. E grazie a Le roi, Eric troverà la forza per tentare di raddrizzare le storture della sua vita e anche di riallacciare un rapporto con la donna che non ha mai smesso d’amare.

La forza di Looking for Eric, film dinamico, mai noioso e spesso divertentissimo, sta nel contrasto tra l’approccio registico di Loach, rimane fedele al suo fluido rigore formale e una sceneggiatura brillante e ricca di umorismo, tra la concretezza (anche drammatica) dei problemi che Eric si trova a dover affrontare e lo stratagemma surreale delle apparizioni fantasmatiche di Cantona, il quale gioca con divertentissima autoironia con la sua immagine. Ma sta anche in alcuni dialoghi serratissimi e molto divertenti, di cui si fanno protagonisti sia Eric ed il suo bizzarro gruppo di colleghi che lo stesso Eric Cantona. Lo sguardo sul sociale di Loach, questa volta, non è più spento ma forse più superfluo e positivamente annacquato da vicende più leggere e scene d’insospettabile inventiva come quella dell’assalto di Eric e dei suoi numerosi amici ad un gangsterino da strapazzo ma fastidioso tutti mascherati da… Eric Cantona.

Che poi sia evidente fin dal titolo che Looking for Eric sia anche un implicito invito a cercare dentro di sé prima e negli amici poi i riferimenti e la forza per affrontare i lati più aspri della vita, è piuttosto secondario, in un film dove fortunatamente, per una volta, le riflessioni più serie e pesanti lasciano spazio ad un sano ma intelligente divertimento.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming