News Cinema

Lo Studio Ghibli chiude?

109

Il general manager Toshio Suzuki ragiona sul futuro della storica casa d'animazione


Da qualche giorno le eterne voci di una chiusura dello Studio Ghibli, dopo il ritiro del suo cofondatore Hayao Miyazaki, hanno riguadagnato intensità in seguito a una frase proprio di Hayao nel recente documentario The Kingdom of Dreams and Madness, diffusasi in rete. Lì Miyazaki direbbe, riferendosi al futuro della casa: "Il futuro è chiaro. Cadrà a pezzi. Lo sento già."

Che lo Studio Ghibli abbia ricevuto un colpo non indifferente dal ritiro di Miyazaki è cosa nota, ma secondo Toshio Suzuki, general manager dell'azienda, la chiusura non è così inevitabile: in un talk show giapponese, Suzuki ha ammesso che la cessazione di ogni attività produttiva è una delle opzioni, ma ha aggiunto che per prima cosa si proverà a eseguire una "ristrutturazione" per preparare il terreno alle nuove generazioni.
"Non crediamo di poter continuare con lo stesso approccio che abbiamo mantenuto finora. Ci prenderemo una piccola pausa per pensare al modo migliore di procedere."
In rete c'è chi parla anche di una permanenza in vita dello Studio Ghibli solo come ufficio di gestione dei propri storici marchi.
In parole povere, il buon Hayao forse è stato troppo drastico, ma il dilemma di preservare un'identità creativa e commerciale è avvertito.

Di sicuro il mese scorso è appena uscito When Marnie Was There di Hiromasa Yonebayashi, l'autore di Arrietty, un film che all'epoca ci fece pensare a un fattibilissimo prosieguo di una tradizione gloriosa, anche senza il timone dei suoi fondatori.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming