News Cinema

Lo Hobbit - Viggo Mortensen deluso da Peter Jackson: 'Troppi effetti speciali'

1

L'attore (Aragorn) rivela di aver gradito solo il primo film della Trilogia dell'Anello.

Lo Hobbit - Viggo Mortensen deluso da Peter Jackson: 'Troppi effetti speciali'

Per chi non conoscesse la sua personalità, è importante sapere che lui ha un approccio molto diretto alle cose. È un tipo molto riflessivo ma istintivo nei fatti, mettendo nella recitazione e nelle altre forme artistiche in cui esprime se stesso (pittura, poesia, fotografia e musica) la verità del momento e delle sensazioni che lo pervadono. E quando in una intervista dell'altro ieri a Cannes gli è stato chiesto cosa pensasse dei film su Lo Hobbit, ha risposto con franchezza.

Secondo Viggo Mortensen (Aragorn nella trilogia del Signore degli Anelli), l’unico film ad essergli piaciuto è La compagnia dell’Anello perché “le riprese erano ben organizzate, c’erano dialoghi tra attori, paesaggi reali ed era in generale più grezzo”. “Il secondo e il terzo sono grandiosi non c’è dubbio, ma progressivamente perdono le sfumature per via dei troppi effetti speciali” continua Mortensen, il quale chiude il discorso sostenendo che nei due film de Lo Hobbit questa cosa si decuplica.

L’attore è condizionato ovviamente da un punto di vista molto soggettivo, avendo trascorso parecchi mesi sul set. Si sa che le riprese dei tre film dell’Anello sono state effettuate come se si trattasse di un film unico. Come può dunque essere convinto Mortensen che Le due Torri e Il ritorno del Re perdano valore? “Alla fine del 2000 avevamo ufficialmente finito di girare, ma il secondo e il terzo film erano un disastro”, spiega lui stesso. "È stato solo grazie al successo dei primi 20 minuti a Cannes che la produzione ha permesso a Peter Jackson di correggere ed integrare gli altri film con numerose riprese extra che abbiamo fatto nei due anni successivi. Altrimenti sarebbero finiti direttamente in home video”.

Viggo Mortensen crede fortemente che Peter Jackson si sia fatto inghiottire dalla sua passione per la tecnologia e gli effetti speciali. Non solo per gli adattamenti da J.R.R. Tolkien. “Pensavo che sarebbe tornato a un film più intimo come Creature del cielo, invece ha fatto King Kong. Poi ha fatto Amabili resti che era un film da 90 milioni di dollari di budget, quando avrebbe potuto essere da 15 milioni”.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming