News Cinema

Lilly Wachowski parla della rabbia che l'ha allontanata dal cinema e di quello che è confluito in Matrix

1

La regista Lilly Wachowski, ex Andy, racconta il dolore e la rabbia pre-transizione che hanno dato origine alla trilogia di Matrix e si indigna per l'uso che ne viene fatto da destra.

Lilly Wachowski parla della rabbia che l'ha allontanata dal cinema e di quello che è confluito in Matrix

Dei due ex fratelli Wachowski, autori della trilogia di Matrix, oggi diventati a tutti gli effetti Lana e Lilly Wachowski, è stata quest'ultima a intraprendere per prima il percorso di transizione di genere e ad abbandonare – ormai da 6 anni – il cinema, dedicandosi solo alla produzione e alla scrittura della serie Work in Progress per Showtime, dove dà voce a talenti LGBT. In un'interessante intervista, Lilly Wachowski ha raccontato la sua esasperazione per quello che era diventata l'industria hollywoodiana e per la sua situazione personale, rispecchiata apertamente nella creazione di Matrix.

“Provo un risentimento nei confronti dell'industria del cinema – ha dichiarato – perché mi sembra di aver sprecato del tempo personale. Fare film è una macchina del tempo in cui entri e che ti sballotta in giro e da cui esci un anno e mezzo dopo, in alcuni casi per un solo film”. Alla fine, a 52 anni, dopo la trilogia di Matrix, Cloud Atlas e la serie Netflix Sense8, la regista aveva perso del tutto interesse per il lavoro: “Ho iniziato quando il cinema era all'apice, prima che i consigli di amministrazione e gli addetti alle vendite trovassero un modo per mercanteggiare coi film. Alla fine, tutte quelle persone e istituzioni finivano per essere nella stanza con te, e nello specifico dietro la macchina da scrivere, dietro l'obiettivo e l'Avid. Questo per me creava un po' di tensione personale. Sono arrivata a un punto di rottura in cui ho dovuto allontanarmene”.

Lilly Wachowski ha detto di aver avuto bisogno di costruirsi un proprio mondo, dando la precedenza al suo benessere e felicità, sperimentando con la stand-up comedy, frequentando la School of The Art Institute of Chicago e iniziando il processo di transizione di genere. E adesso veniamo a Matrix e alla sua ispirazione, dovuta alla rabbia contro lo stato delle cose a Hollywood e alla propria situazione: “Adesso che sono un esempio vivente di persona che può invecchiare come donna trans, le persone trans possono vedere quei film attraverso la prospettiva del mio e del loro essere trans. Possono dire “oh mio Dio, quei film sono stati una parte fondamentale del mio coming out e del mio viaggio”. Sono straordinariamente grata di aver potuto offrire questo alla gente”.

Quanto a The Matrix, rivela Lilly, in gran parte “è nato da un sacco di rabbia e collera, rabbia per il capitalismo, per le strutture burocratiche e le forme di oppressione”, e spiega “la rabbia ribollente che sentivo crescere dentro di me era per la mia oppressione personale, per il fatto che mi costringevo a non uscire allo scoperto”. Il risultato è che quei film sono pieni di sottotesti che riguardano il genere e l'esperienza trans, anche se non li avete mai letti in quel modo. Anche per questo Lilly Wachowski si infuria quando la sua esperienza confluita nel mondo di Matrix viene usata da politici di destra e complottisti, che interpretano il motivo della “pillola rossa o pillola blu” a seconda delle proprie ideologie, come vedete dal tweet che riportiamo, in cui Lilly risponde senza mezzi termini a Elon Musk, che aveva definito fascista il lockdown in California, e a Ivanka Trump. In compenso, Lilly Wachowski è molto felice del lavoro fatto su Work in Progress, rinnovata per una seconda stagione, soprattutto perché “porto più persone queer e trans sullo schermo per mostrare di cosa siamo capaci e che artisti fantastici siamo. E questa è una cosa difficile a cui rinunciare”.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming