Le scene più belle di Chiamami col tuo nome diventano quadri di Monet

-
264
Le scene più belle di Chiamami col tuo nome diventano quadri di Monet

Vincitore dell'Oscar per la migliore sceneggiatura non originale, scritta da James Ivory a partire dal romanzo di André Aciman, Chiamami col tuo nome si distingue indubbiamente anche per la fotografia del tailandese Sayombhu Mukdeeprom, che ha saputo immortalare con grande maestria la città di Crema in estate e soprattutto la campagna circostante.

Il suo lavoro, insieme alla regia, è piaciuto molto alla ventiduenne filippina Mika Labrague, che ha ricollocato diverse scene del film di Luca Guadagnino all'interno di più o meno noti paesaggi dipinti a suo tempo da Claude Monet. La scelta dell'impressionista francese non è casuale, come può ben immaginare chi ha letto il libro di partenza, perché il luogo in cui Elio bacia per la prima volta Oliver è chiamato "La collina di Monet" e perché l’artista francese viene nominato diverse altre volte.

Il risultato della commistione tra le scene più belle di Chiamami col tuo nome e i quadri ottocenteschi è visibile su un apposito account Instagram chiamato @callmebymonet e nei vari post si leggono le battute pronunciate dai due protagonisti. In un'intervista rilasciata a Wired Italy, la Labrague ha spiegato che l'esperimento è nato proprio dall'intuizione della precisa e armoniosa coerenza dei dipinti con la leggerezza delle vicende narrate, e dal ricordo di alcuni quadri di Monet. L'accostamento è interessante, come si vede dalle immagini sottostanti. Ve ne mostriamo solamente alcune. Per vederle tutte, basta andare su Instagram.

Candidato a quattro Oscar, Chiamami col tuo nome ha già un sequel in programmazione. Guadagnino sta pensando di spostare le vicende di Oliver ed Elio di dieci anni, collocando l’azione nel 1993 e mostrando un'Europa profondamente cambiata soprattutto in conseguenza del crollo del muro di Berlino.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento