News Cinema

La Sardegna protagonista con Perfidia nel Concorso internazionale di Locarno

337

Convincente opera prima del sassarese Bonifacio Angius.


Mentre il fine settimana ha regalato pioggia e nuvole basse alle migliaia di appassionati che hanno affollato le sale di Locarno, il concorso ha presentato l’unico film interamente italiano del concorso internazionale. Ci piace sottolineare che si tratta di una bella sorpresa, una delle cose più interessanti viste finora in questo fiacco Festival di Locarno.

Si intitola Perfidia ed è l’opera prima di Bonifacio Angius, un nome che più sardo non si può, per la precisione sassarese, che però utilizza la sua città come sfondo anonimo per una storia universale di solitudine e di incapacità di comunicare. La vicenda è quella di un giovane che qualcuno definirebbe bamboccione, un trentacinquenne che dorme fino a tardi e non ha cercato, figuriamoci intrapreso, un qualche cammino professionale e di vita.

La morte della madre sarà occasione per porre il padre di fronte a questo figlio che non conosce, che diventa l’unico interlocutore in casa e con cui cerca di creare un rapporto e di facilitargli la ricerca di un futuro. Detto così potrebbe essere uno di quei film da sociologismo a basso prezzo per lavare le coscienze di genitori annoiati, più ancora dei figli. Invece no, Angius usa un suo stile personale, livido, sincopato, in cui la Sardegna è opprimente, grigia e fredda: la città è claustrofobica e distante, mentre il mare a scogliera sembra quello delle Highlands scozzesi.

Per una volta in un film italiano non ci sono personaggi simpatici, o che tali devono risultare dopo semplici assoluzioni. Al contrario il retaggio cattolico, costantemente presente come coro greco da vecchio testamento, attraverso le frequenze di una radio, serve semmai a complicare la distinzione fra giusto e sbagliato, fra buono e cattivo. Stralunato come un film di Kaurismaki, Perfidia è un percorso di espulsione di un malessere ormai sottopelle nel nostro paese, e non solo, che non può risolversi in una catarsi eclatante, ma in tante azioni di perfido manicheismo infantile, alla ricerca della ricetta pronta del bene o del male.

Una nota di merito ai due protagonisti, il figlio Stefano Deffenu e il padre Mario Olivieri, efficaci interpreti fra monosillabi e ironia tagliente. Speriamo il film riesca presto a trovare un’adeguata distribuzione in Italia, mentre da Montreal proseguirà una vita per i festival internazionali.

Bonifacio Angius si è presentato ai giornalisti con passione e una dose di ironia per nascondere l’agitazione di chi ha lavorato per tre anni per realizzare il suo primo lungometraggio e adesso lo vede esposto al giudizio di pubblico e critica. Il Chaplin del Vagabondo e il Travis Bickle di Taxi Driver sono stati i riferimenti principali per il protagonista, come lui stesso ci ha detto. Un ruolo alla De Niro anche per i chili che ha dovuto prendere, una quindicina.
C’è una bella vitalità in Sardegna negli ultimi anni, specie per una terra poco abitata e dall’inesistente passato cinematografico alla spalle. Prima sapevamo di Salvatore Mereu, Giovanni Columbu o Enrico Pau. Ora bisogna aggiungere alla lista anche Bonifacio Angius, che speriamo possa restare lontano dal continente, se questo gli permetterà di cercare una sua via lontana dagli stereotipi del nostro cinema.

Sempre l’Italia protagonista con la presenza di un regista sempre molto amato all’estero come Dario Argento: esempio concreto della varietà della proposta produttiva della Titanus nella sua storia, qui omaggiata con una retrospettiva. Argento ha paralto de L’uccello dalle piume di cristallo , il suo esordio di culto del 1970 che ha avuto un ruolo chiave per lo sviluppo del nostro cinema giallo, prima della sua conversione all’horror.

foto © Festival del film Locarno

Dario Argento a Locarno 67

 

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo