La Disney sta realmente comprando la Fox, è a un passo dall'accordo

-
783
La Disney sta realmente comprando la Fox, è a un passo dall'accordo

Da qualche tempo ci occupiamo delle manovre da parte della Disney per acquisire gran parte della 20th Century Fox (escluse le news televisive e i diritti sportivi, come vi spiegammo). Nonostante un'apparente frenata, a quanto pare l'accordo è ripartito e stando alla CNBC siamo alle battute finali di un contratto epocale che renderebbe la Disney, già fiera delle sue lucrative acquisizioni della Marvel nel 2009 e della Lucasfilm nel 2012, un colosso ancora più inavvicinabile sul piano della potenza di fuoco cinematografica.

Cosa comporterebbe, citando qualche franchise? Alien e Avatar sono due esempi concreti di marchi sfruttabili e ancora attivi, con il sequel del secondo in arrivo nel dicembre del 2020. Da non sottovalutare quella porzione dell'universo Marvel che i Marvel Studios al momento contrattualmente non possono utilizzare, cioè gli X-Men e derivati come Deadpool, dal 2000 concessi in licenza alla Fox in tempi non sospetti. Bisognerebbe valutare se la Disney lascerebbe effettiva libertà creativa a quella che al momento, con Logan, il citato Deadpool e New Mutants, sembrava l'interpretazione più libera del fenomeno cinecomic.
Queste manovre chiuderebbero anche l'atavico problema di Guerre stellari, il primo capitolo della saga, sullo sfruttamento del quale la Lucasfilm e ora la Disney sono sempre state limitate, a causa di un accordo capestro di distribuzione con la Fox siglato quarant'anni fa e ancora valido.

Alla luce dell'acquisizione, non soltanto chiuderebbe di fatto la divisione cinematografica 20th Century Fox, nata nel 1935, evento di per sè storico e toccante, ma la Disney possiederebbe un catalogo al di là dell'immaginazione quando si lancerà nel proprio canale di streaming in arrivo nel 2019.
Qualcuno a Hollywood, anche dopo aver constatato le difficoltà della Warner di scimmiottare il Marvel Cinematic Universe con il DC Extended Universe al momento in sofferenza commerciale (nel confronto), sta pronunciando una fatidica e condivisibile valutazione: "Agli altri rimarranno le briciole.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Lascia un Commento