La Bella e la Bestia: conosciamo meglio i "protagonisti animati"

-
10
La Bella e la Bestia: conosciamo meglio i "protagonisti animati"

Quando mancano poche ore all'uscita di La Bella e la Bestia, siamo ancora perplessi all'idea di un remake live action in cui la maggior parte dei personaggi sono realizzati in CGI, e quindi animati. In realtà è un po' più complesso di così: oltre al design 3D e all'animazione degli oggetti, il regista Bill Condon ha richiesto che riproduzioni materiali di orologio, teiera e candelabro, fossero integrati nel set per facilitare l'immersione degli attori, le inquadrature e i movimenti di macchina. I modellini realizzati al computer, sono stati quindi "stampati" in resina poliestere e poi dipinti d'oro e decorati a mano.

Lumière, l'esuberante valletto francese, è l'unico oggetto semovente in mezzo al resto della servitù imbalsamata in ceramiche e goffi ingranaggi. Il candelabro a tre bracci che ricordiamo nel cartoon, è sostitutito nel film da una figurina dorata con un candeliere sulla testa come un alto cilindro e due mozziconi che gli partono dai polsi. È Ewan McGregor a prestare la voce al personaggio nella versione originale, e i responsabili degli effetti visivi hanno fatto di tutto per infodere un po' della sua personalità vivace e sfacciata nel design della statuina. Lui stesso ha interpretato i solidi movimenti del candeliere sul set, dall'esibizione che accompagna la performance di "Stia con noi", alla danza appassionata con Spolverina. L'aspetto perciò è un po' diverso, ma le dinamiche sono le stesse, con Mrs. Bric moderatrice e il burbero Tockins bersaglio delle provocazioni al sapore di R moscia e citazioni in français.

Se Lumière è interpretato da un veterano del musical come McGregor, nella scatola dell'orologio Tockins, alle prese con il suo primo film del genere, troviamo il 76enne Ian McKellen. L'attore britannico presta la voce all'ingessato maggiordomo del castello, e ne veste i panni nella sua forma umana. In linea con l'opulenza degli scenari, il costume è curato nel dettaglio perché ricordi il più possibile l'oggetto parlante. Così la parrucca è a forma di orologio e i baffi sghembi come lancette, sui bottoni della giacca sono incisi i numeri romani e i riccioli rococò sono stampati come decori sul panciotto.

La prima a unirsi al cast di oggetti animati però, è stata Emma Thompson, raccogliendo il prezioso testimone di Angela Lansbury nel ruolo della teiera Mrs. Bric. Con un approccio al personaggio che i membri della troupe hanno definito "caldo", la Thompson dà vita a una governante materna e comprensiva come lo era stata quella della Lansbury. L'ampia gonna color panna ricalca la base della teiera e i motivi di foglie le decorazioni impresse sulla ceramica.
L'esordiente Nathan Mack interpreta il figlio di Mrs. Bric, Chicco, che è stato trasformato in una tazzina, e la bellissima Gugu Mbatha-Raw l'elegante piumino per la polvere dal manico allungato e il becco di pavone.
Nel film trovano maggior spazio anche altri due personaggi. Il Maestro Cadenza, un maestro che al momento della maledizione si sta esibendo al castello insieme a sua moglie, Madame de Gardarobe, una cantante lirica dell’Opera italiana. Il primo, Stanley Tucci, viene trasformato in un clavicembalo, la seconda, Audra McDonald, in un armadio dal temperamento melodrammatico nella stanza di Belle.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento