News Cinema

L’uomo del labirinto: il romanzo più cinematografico di Donato Carrisi

66

Un viaggio fra la pagina scritta e il cinema di uno degli indagatori del buio più amati in Italia e all'estero.

L’uomo del labirinto: il romanzo più cinematografico di Donato Carrisi

Viene prima lo sceneggiatore o lo scrittore, il creatore di storie da raccontare per immagini, o il creatore di immagini che il lettore fa scorrere nella sua testa? Donato Carrisi rivendica il primo amore per il cinema, seguito poi dalla voglia di veicolare le proprie storie come scrittore, in attesa di tornare a unificare le sue due passioni, adattando un proprio romanzo per il cinema, dirigendolo anche, come accaduto prima per La ragazza nella nebbia e ora per L’uomo nel labirinto.

I titoli ci suggeriscono lo schema di un protagonista alle prese con un senso di smarrimento ambientale, che sia per la nebbia d’alta montagna, ma soprattutto quella provocata dai media che confondono e forzano la realtà, o per un labirinto, all’interno del quale è rapita una ragazza da un uomo misterioso. Appena uscito in sala, L'uomo nel labirinto è il più cinematografico dei romanzi di Donato Carrisi, non tanto per la vivacità visiva che suscita nel lettore, paradossalmente complessa da rendere in immagini oggettive, quanto per il suo rievocare con passione tanti classici del thriller con serial killer degli anni ’90. 

Da Il silenzio degli innocenti a Seven, c’è un mondo che viene citato e rielaborato nell’intricato gioco di specchi del film. Già, proprio di specchi, quelli che il rapitore nega alla giovane rapita per evitare che veda sul suo volto gli anni passare. Un detective privato che sembra uscito da un romanzo hard boiled di Raymond Chandler o Dashiell Hammett degli anni ’30, un gioco psicologico perverso fra carceriere e rapita, un’ambientazione che deve molto alla suburbia americana, pur rimando indefinita: sono tante le immagini di Carrisi che ci riportano indietro nel tempo a letture e visioni con cui tanti di noi si sono formati.

A proposito di formazione, lo scrittore riprende anche personaggi e filoni interni ad altri suoi libri, senza svelare troppo, che rimandano soprattutto al suo primo libro, dal successo inatteso e non solo italiano. Il suggeritore, infatti, pubblicato nel 2009, lanciò una carriera e una delle serie poi sviluppate da Carrisi, evocando il cosiddetto limbo, una squadra speciale che si occupa di persone scomparse, con al centro il personaggio della testarda Mila Vasquez. L’altro ciclo, molto amato, è quello dedicato a Marcus il penitenziere, riguardo al quale si parla da anni di un possibile adattamento come serie tv dal respiro internazionale. Perché i romanzi di Carrisi vendono realmente all’estero, non sono solo tradotti ma riposti in angoli remoti delle librerie, specie in Francia, dove ha vinto vari premi come thriller amato dai lettori, o in Germania, ma anche negli stessi paesi anglosassoni.

Il viaggio continua, ora al cinema, magari presto in televisione, sempre più in profondità nelle paure che sono delle scrittore ma anche di tutti noi: quella del buio o quella della parte più marcia e nascosta della nostra coscienza. L’uomo del labirinto è il suo ultimo capitolo cinematografico, in attesa di un nuovo romanzo, e lo trovate in più di 400 sale, distribuito da Medusa.

foto Loris Zambelli



  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming