News Cinema

L'ufficiale e la spia conquista il botteghino francese, mentre Polanski è a rischio sospensione dall'associazione autori

46

Ottimo risultato per il film di Roman Polanski in patria nonostante le polemiche di questi giorni.

L'ufficiale e la spia conquista il botteghino francese, mentre Polanski è a rischio sospensione dall'associazione autori

Nonostante le polemiche sempre più rumorose degli ultimi giorni che hanno colpito Roman Polanski, con tanto di appelli al boicottaggio, L'ufficiale e la spia ha iniziato in testa al botteghino francese, e con ottimi incassi. Non ha inciso negativamente, almeno così sembra, la nuova accusa di stupro legata a fatti relativi a oltre quarant'anni fa, che ha portato anche alla cancellazione di alcune proiezioni in giro per la Francia, in seguito alla protesta di gruppi femministi.

Vediamo i numeri: il film ha esordito in testa alla classifica, portando al cinema 386.720 spettatori, in 545 schermi, nei primi cinque giorni di sfruttamento, da mercoledì 13 novembre a domenica 17. Un risultato notevole, specie se si considera la natura non propriamente commerciale della vicenda raccontata, che lo porta al settimo posto nell'anno fra i migliori esordi per i film francesi, appena dopo La belle époque. Cifre che fanno sperare che L’ufficiale e la spia possa rientrare del notevole budget di 22 milioni di euro. Distanziato, in seconda posizione, Le Mans 66, con 336 mila entrate.

In questi giorni le proteste sono state molte e dure, legate sui social dall’hashtag #BoycottPolanski, mentre in molti hanno detto pubblicamente che non vedranno il film. Tra questi la portavoce del governo Sibeth Ndiaye, molto vicina al presidente Macron e il sottosegretario all’eguaglianza donne-uomnini, Marlène Schiappa. Proprio ieri il coproduttore Luca Barbareschi ha commentato molto stizzito queste ultime prese di posizione.

Nel frattempo la ARP (Associazione degli autori, registi e produttori), organismo che comprende più di 200 cineasti, tra cui Polanski, ha lanciato contro di lui una procedura di sospensione. Il suo presidente, Pierre Jolivet, ha dichiarato che “proporrà all’assemblea generale delle nuove regole per i membri condannati o perseguiti per violenze sessuali, che provocheranno la sospensione di Roman Polanski”. Ieri si è intanto riunito il consiglio d’amministrazione di ARP e ha votato “la creazione di nuove procedure di sospensione per tutti i membri indagati dalla giustizia e di espulsione per tutti i membri condannati, in particolare per delle infrazioni di natura sessuale”. Tutto molto cervellotico, tutto molto burocratico, tutto molto francese.



  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming