L'isola dei cani di Wes Anderson: un backstage sull'animazione

- Google+
76
L'isola dei cani di Wes Anderson: un backstage sull'animazione

Arriverà nelle nostre sale il 1° maggio L'isola dei cani, ultima fatica in stop-motion di Wes Anderson. Se siete interessati al processo che si cela dietro a una delle tecniche di animazione più antiche e artigianali, è stata diffusa una featurette dedicata espressamente al processo. Ventisette animatori e dieci assistenti si sono avvicendati per dare vita ai personaggi, scattando un fotogramma per volta e cercando di dare vita a quelli che uno dei protagonisti del backstage definisce "pezzi di metallo, gomma e silicone". Come riferimento, sono state usate non soltanto le usuali auto-riprese che gli animatori stessi realizzano per i personaggi umani: per i cani è stato realizzato un vero e proprio database degli atteggiamenti e dei movimenti canini.
Com'è chiaro anche dalla nostra recensione di L'isola dei cani, Anderson si è trovato a suo agio come accadde per Fantastic Mr. Fox, raccontando questa volta di un dodicenne giapponese che in un futuro distopico raggiunge un'isola dove i cani sono stati messi in quarantena: ci è finito anche il suo Spots...





Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento