L'Iran risponde ad Argo con The General Staff

- Google+
Share
L'Iran risponde ad Argo con The General Staff

Anche se il tappeto rosso di fronte al Dolby Theatre che ha ospitato la cerimonia degli Oscar è stato arrotolato e messo via, si continua a parlare dei premi dell'Academy, in particolare del trionfo di Argo.
Il governo iraniano, che non ha mai nascosto il suo scarso apprezzamento per il film di Ben Affleck, ha trovato discutibile che ad annunciare il titolo del vincitore sia stata Michelle Obama dalla Casa Bianca.
La scelta della First Lady è stata giudicata una mossa fortemente politica, che si inscrive, secondo il Ministro della cultura Mohammad Hossein, in un malcelato tentativo di fare una guerra "morbida" all'Iran non raccontando con obiettività e cognizione di causa una fase delicata della sua storia.
Precisando che l'attacco all'ambasciata americana del 1979 non fu così violento come viene mostrato nel film, il governo iraniano intende rispondere per le rime ad Argo sostenendo The General Staff di Ataollah Salmanian, un progetto di cui si parla da tempo e che racconta un'altra versione dei fatti.
Bloccato per impossibilità di raccogliere fondi statali, è probabile che adesso prenderà effettivamente il via.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento