Schede di riferimento
News Cinema

L'Immortale campione di incassi e maestro di stile e sperimentazione

35

Con i 380.000 euro di ieri il film di Marco D'Amore ha raggiunto quota 3.223.000 in cinque giorni superando di nuovo Frozen II. Un successo al di sopra delle aspettative per un'opera che sperimenta anche col formato e con la musica.

L'Immortale campione di incassi e maestro di stile e sperimentazione

Non si arresta la progressione al box office de L'Immortale di Marco D'Amore che in soli 5 giorni, dal 5 al 9 dicembre, ha incassato 3 milioni e 223.000 euro. Per la precisione ieri, lunedì 9 dicembre, con oltre 380.000 euro, ha superato di nuovo Frozen II, che ne ha incassati 180.655. I numeri del film danno da pensare che sia avvenuto proprio quello che gli autori auspicavano, cioè che a vederlo siano andati non solo gli appassionati di Gomorra – La serie, ma anche un nuovo pubblico. Un risultato davvero notevole per un film che non solo tenta un esperimento cross-mediale inedito da noi, ma sperimenta anche nuove forme di narrazione visiva, portando avanti l'estetica della serie ma al tempo stesso modificandola sostanzialmente per il grande schermo. Guido Michelotti, direttore della fotografia, spiega che il film è stato girato in large format, che è “un formato intermedio tra il normale 35 mm, con cui si girano quasi tutti i film, ed il 65 mm con cui si girano due o tre kolossal all'anno, come ad esempio Roma di Alfonso Cuaròn. Il large format nasce per rendere più spettacolare l'immagine del film senza avere i costi del 65 mm o dell'IMAX”.

In 65 mm hanno girato di recente anche Quentin Tarantino e Paul Thomas Anderson. È il formato storico di grandi kolossal come Ben-Hur e Cleopatra o musical come Hello, Dolly! e My Fair Lady, ma è piuttosto costoso per un prodotto di medio budget. Prosegue Michelotti: “fino a qualche anno fa le fiction televisive si giravano in 16 mm e il cinema in 35 mm, questo rendeva l'immagine del film più spettacolare. Oggigiono le serie televisive si girano con le stesse camere che si usano per i film, per questo motivo il cinema si sta muovendo verso formati sempre più ampi, per differenziare l'immagine da quella che lo spettatore è abituato a vedere in tv”. Per questo la scelta di girare L'Immortale in large format, che ha comportato un lavoro in stretta sinergia con i tecnici di Panalight e con il laboratorio di post-produzione. La scelta successiva è stata quella di girare in 8k con la Red Monstro, una camera che “oltre a offrire una qualità eccezionale, ha un sensore large format e un corpo macchina talmente piccolo da poter essere agevolmente utilizzato su cameracar, steadycam, eccetera". Il problema a questo punto è stato quello di trovare in Italia delle ottiche che coprissero questo formato. Alla fine sono state scelte le Zeiss Supreme Primes, che sono così nuove che alcune lenti sono ancora in costruzione e la produzione ha ottenuto il prototipo solo per poche settimane.

Per quanto riguarda invece un'altra componente fondamentale, la musica, forse chi ha visto il film e conosce la serie ha fatto caso al fatto che ci sono delle differenze. Come ha detto Marco D'Amore: “ho chiesto ai Mokadelic di riorchestrare alcuni temi di Gomorra per dare un respiro diverso al film, lasciando la matrice originale ma cambiandola in qualche modo”. Oltre ad aver fornito alla serie le loro inconfondibili sonorità (il brano simbolo è “Doomed To Live”, condannati a vivere), i Mokadelic (Alessio Mecozzi, Cristian Marras, Alberto Broccatelli, Maurizio Mazzenga e Luca Novelli) hanno composto nel 2008 la colonna sonora di Come Dio comanda di Gabriele Salvatores, seguita da quella di Marpiccolo di Alessandro De Robilant. Nel 2012 hanno firmato lo score di ACAB - All Cops Are Bastards di Stefano Sollima, uno dei registi della prima e della seconda stagione di Gomorra, e nel 2018 quello del premiato Sulla mia pelle di Alessio Cremonini. La riconoscibilità del suono, così evocativo per chi segue la serie tv, subisce una mutazione a seconda della storia che racconta e dei personaggi che segue. E anche questo è un merito de L'Immortale, che non si adagia sugli allori della serie tv italiana probabilmente più vista al mondo, ma cambia pelle, sorprendendo gli spettatori.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming