Schede di riferimento
News Cinema

L'Eddie Murphy meno conosciuto in un documentario

Angus Wall, premio Oscar e montatore di David Fincher, sta realizzando un documentario dedicato a Eddie Murphy, The Last Stand, che racconterà gli ultimi show dal vivo dell'attore e i suoi inizi dal vivo.

L'Eddie Murphy meno conosciuto in un documentario

Il montatore premio Oscar per Millennium - Uomini che odiano le donne, Angus Wall, che ha collaborato a cinque film di David Fincher tra cui Zodiac e The Social Network, è al lavoro su un documentario intitolato The Last Stand, che documenterà il ritorno di Eddie Murphy agli show dal vivo.

Negli anni Ottanta, prima di approdare al cinema con film come 48 ore, Una poltrona per due e altri classici della comicità, Murphy è diventato leggendario grazie alle sue performance dal vivo in show come Raw e Delirious. Non si sa ancora se questo nuovo documentario, che racconta il ritorno sul palco di Eddie Murphy per un ultimo spettacolo di stand-up, sarà un solo film o diventerà una serie in più puntate.

A quanto pare si stanno intanto registrando "centinaia di ore" non solo delle esibizioni di Murphy ma anche in interviste in cui l'attore racconta i suoi "inizi nell'ambiente, la sua percezione della commedia, le persone che lo hanno influenzato, la comprensione di cosa sia la vita di uno stand-up comedian e cosa lo rende differente dagli altri". In passato Eddie Murphy ha ammesso di provare imbarazzo per alcune delle battute dette durante i suoi spettacoli, che non sono, per così dire, invecchiate bene.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo