News Cinema

Killers of the Flower Moon è il film del secolo e Di Caprio non ha un ruolo secondario: lo dice Eric Roth

458

In una lunga intervista a proposito di Killers of the Flower Moon, lo sceneggiatore Eric Roth svela dei segreti importanti sul nuovo film di Scorsese, giudicato qualcosa di mai visto prima.

Killers of the Flower Moon è il film del secolo e Di Caprio non ha un ruolo secondario: lo dice Eric Roth

Killers of the Flower Moon sarà "qualcosa che non avete mai visto prima" - ha dichiarato lo sceneggiatore Eric Roth nel corso di un'intervista a proposito della nuova fatica di Martin Scorsese che riunisce per la prima volta i due attori feticcio del regista Leonardo DiCaprio e Robert De Niro.

Anche se l'adattamento dell'omonimo libro di David Grann attualmente è ancora in pre produzione, l'autore del copione (a cui dobbiamo anche Forrest Gump, Dune e A Star is Born) è certo del risultato a cui il buon Martin e le sue star arriveranno. Parlando con Collider, lo scrittore ha addirittura detto che Killers of The Flower Moon sarà "il film del secolo". Certo, Roth è di parte, ma essendo uomo d'ingegno, ci piace credere alle sue parole, soprattutto quando parla di "un western di Martin Scorsese" e spiega che il regista sta cercando di fare l'ultimo vero grande western, un western nel quale, tuttavia, ci sarà spazio per una riflessione sulla società dell'epoca e sulla violenza. Il film, che racconta la strage dei nativi americani della nazione Osage e del loro territorio pieno di petrolio nell'Oklahoma degli anni '20, avrà certamente un'ambientazione diversa da quella del tipico western hollywoodiano, ma lo spirito e gli stilemi del genere si faranno sentire e vedere. "I personaggi indosseranno completi eleganti perché siamo negli anni ’20" - ha continuato Eric Roth. "La vicenda si svolge durante il Proibizionismo, ma l'ethos è quello del western. C'è anche il concetto di giustizia del western, per cui era impossibile trovare 12 uomini bianchi che dichiarassero colpevole un uomo bianco che aveva ucciso un nativo americano …ecco, nel film c'è molto questa idea".

Eric Roth prosegue parlando del personaggio interpretato da Jesse Plemons, che poi è l'eroe del film, e cioè l'agente dell'FBI Tom White, incaricato di indagare sulle morti dei nativi. "White" - precisa lo sceneggiatore - "era nei Texas Rangers, e come si fa ad essere più western di così?".

Sappiamo che il personaggio di Tom White in origine era stato pensato per Leonardo DiCaprio, che poi lo ha scartato a favore di una parte meno significativa, quella del nipote del personaggio affidato a Robert De Niro. Ebbene, non eravamo ben informati, perché Roth ci smentisce sul peso dei ruoli: "Non direi che Plemons è il protagonista. Diciamo che è l'eroe designato. Sì, credo sia la cosa più giusta da dire perché penso che i ruoli più o meno abbiano lo stesso peso e in un certo senso lo abbiano sempre avuto, e la parte di Leo è molto complicata e molto interessante. E’ una parte intelligente per un attore intelligente. Se Montgomery Clift fosse vivo, probabilmente prenderebbe in considerazione l'ipotesi di interpretarla".

Leggi anche Killers of the Flower Moon: Jesse Plemons "ruba" il ruolo a DiCaprio

Eric Roth ha concluso il suo lungo discorso sostenendo che Killers of the Flower Moon potrebbe essere uno dei suoi film più importanti, uno che ha tutti gli ingredienti giusti e nel quale la storia ha un ruolo importantissimo. A questo punto davvero non vediamo l'ora di vedere il nuovo capolavoro scorsesiano. La lavorazione comincerà a luglio, per un'uscita nel 2022.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming