News Cinema

Justice League Snyder Cut, parlano i registi di Avengers Endgame: "Mai avuti questi problemi"

1

Joe Russo, coregista di Avengers Endgame, riflette sulle ingerenze delle major sulla visione di registi come loro e Zack Snyder, in vista della Justice League Snyder Cut.

Justice League Snyder Cut, parlano i registi di Avengers Endgame: "Mai avuti questi problemi"

In attesa del Justice League Snyder Cut in arrivo in streaming su HBO Max nel 2021, il caso di Zack Snyder che può rimetter mano al film per rispettare la sua visione originale fa parlare l'ambiente, compreso Joe Russo, coregista con suo fratello Anthony di Avengers Endgame. A parte i problemi privati gravi (il suicidio della figlia), pare che Snyder avesse già avuto un braccio di ferro con la Warner Bros sul tono da dare al lungometraggio. Chiacchierando delle questioni con Comic Book Movie, Russo ha ritenuto lui e suo fratello molto fortunati, da questo punto di vista.

Per me è sempre bello quando la visione originale di un regista trova la sua strada per lo schermo. Siamo stati fortunatissimi nelle nostre carriere, perché tutto quello che abbiamo fatto per la Marvel lo possiamo considerare un "director's cut". Sono stati molto gentili e rispettosi, hanno sostenuto molto la nostra visione per quei film, non è stato tagliato nulla che ora all'improvviso vorremmo reinserire. Abbiamo lavorato duramente agli attuali montati di quei lavori, siamo molto fortunati ad aver distribuito le nostre director's cut di tutti e quattro i film [Captain America: The Winter Soldier, Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War e Avengers Endgame, ndr]

Leggendo una dichiarazione del genere, verrebbe da pensare che la combinazione Disney / Marvel sia una sorta di paradiso, ma avanzeremmo un'altra interpretazione: forse sono semplicemente più drastici della Warner Bros nello stroncare un rapporto non convinto prima che il film venga effettivamente realizzato. Basti pensare al caso di Edgar Wright, che lasciò Ant-Man proprio per divergenze con Kevin Feige, nè è andata meglio ad Alan Taylor, che mollò Thor perplesso dopo Thor: The Dark World, a cui a sua volta aveva rinunciato Patty Jenkins, poi entusiasta collaboratrice della Warner Bros sui Wonder Woman.
Quando il budget in ballo è molto alto, dubitiamo esistano corsie preferenziali: come dice giustamente Russo, è proprio questione di fortuna. Evidentemente la loro visione dei film coincideva così tanto con la visione del boss Feige, che non c'è stato alcuno spazio per gli screzi. Leggi anche Justice League: uno Snyder Cut di oltre 200 minuti su HBO MAX, possibile una miniserie?



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming