News Cinema

Justice League Snyder Cut è ufficialmente vietato ai minori

Come preannunciato da Zack Snyder, la sua versione di Justice League sarà vietata ai minori: il regista si sfoga anche contro chi ritiene lo Snyder Cut il prodotto del "fandom tossico".

Justice League Snyder Cut è ufficialmente vietato ai minori

Dal 18 marzo i fan americani del mondo DC Comics potranno vedere in streaming esclusivo su HBO Max Justice League Snyder Cut, la nuova versione rimontata e (solo parzialmente) rigirata da Zack Snyder del "suo" film che finì nel 2017 invece nelle contestate mani di Joss Whedon: come lo stesso Zack aveva annunciato, la sua monumentale opera di quattro ore è stata classificata "R - Restricted", cioè vietata ai minori. Per la precisione, "Restricted" nella classificazione della Motion Picture Association significa che chi ha meno di 17 anni dev'essere accompagnato nella visione da un adulto: è l'ultima categoria prima dell'NC-17, che vieta tout court ai minorenni la visione di un'opera.
Cause del divieto per Justice League Synder Cut? "Violenza e qualche espressione colorita". Non è una notizia da poco, perché la zoppicante versione di Justice League che sbarcò in sala nel 2017 negli States rientrava nel famigerato "PG-13" (cioè "materiale potenzialmente non adatto ai minori di 13 anni", con invito a una valutazione da perte dei genitori). Per molti il PG-13 è sintomo della Hollywood che tende a edulcorare qualsiasi cosa. Non è evidentemente questo il caso. Nel frattempo Snyder, in attesa della pubblicazione del film, si è tolto qualche altro sassolino dalla scarpa... Leggi anche Justice League Snyder Cut: il Joker in una foto!

Zack Snyder: lo Snyder Cut di Justice League non nasce grazie al fandom tossico

L'espressione "toxic fandom" descrive l'atteggiamento ossessivo e isterico di fan, spesso organizzati, che dettano legge su contenuti e nel migliore dei casi forzano la mano autoriale e produttiva, quando non attivano vere e proprie campagne di boicottaggio dannose e persecutorie. Zack Snyder non ritiene assolutamente che l'esistenza dello Snyder Cut per Justice League rientri in una tale casistica, e si oppone strenuamente a chi lo crede. Come molti sanno, Zack abbandonò traumatizzato il set per il suicidio di sua figlia adolescente, oltre ad aver avuto a quanto sembra screzi creativi con la Warner Bros, ma di certo non furono quest'ultimi a compromettere la sua dedizione al progetto. Sono dure le sue parole su chi vede malafede nei fan che l'hanno sostenuto. Ecco uno stralcio dal libro "Release the Snyder Cut" sull'intera vicenda, contenente un'intervista all'autore.

Mi piacerebbe parlare con questa gente, per poter dire: "Non sai di che cazzo stai parlando." [...] Potrei fare una lista di tutte le cose che hanno scritto e che pensano siano giuste, e potrei dir loro che ogni singola cosa è sbagliata. [...] Sono stronzate. Quando si parla di "fandom tossico", quando si dice che questa è una "vittoria per il fandom tossico", io dico: in quale mondo il "fandom tossico" raccoglie centinaia di migliaia di dollari per la prevenzione del suicidio? Questo sarebbe il fandom tossico? Hanno forse ottenuto più di ogni altra fanbase, hanno fatto più bene loro di altre associazioni. Davvero non capisco.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming