News Cinema

Joel Kinnaman spiega perché il remake di RoboCop non fu all'altezza dell'originale

5

L'attore svedese Joel Kinnaman, che nel 2014 ha interpretato il remake di RoboCop di Paul Verhoeven, racconta perché per lui il film è stato un fallimento.

Joel Kinnaman spiega perché il remake di RoboCop non fu all'altezza dell'originale

Sono passati quasi 9 anni dall'uscita del remake di RoboCop, uno dei cult assoluti degli anni Ottanta e nella filmografia di Paul Verhoeven, e possiamo dire senza tema di smentite che non è un film riuscito. Peccato, perché a interpretarlo c'era un attore che ci è sempre piaciuto molto come Joel Kinnaman, che era più o meno agli inizi della sua carriera americana. Nel cast al suo fianco c'erano attori di ottimo livello come Gary Oldman, Samuel L. Jackson e Michael Keaton, ma nonostante tutto, alla fine, contrariamente all'originale - era una satira iperviolenta in puro stile Verhoeven - ne venne fuori poco più che un action per ragazzini.

Parlando nel podcast di The Playlist, Kinnaman ha raccontato cosa andò storto secondo lui. "Ho dovuto tenere a freno i miei istinti per qualsiasi cosa durante le riprese di quel film" - ha detto - "A partire dal chiedermi: perché l'armatura è nera? Non ha alcun senso". E poi l'attore commise ingenuamente una gaffe epocale con la produzione del film, proprio all'inizio: "Nella prima intervista che feci per RoboCop, subito dopo essere stato scelto, mi chiesero "Dunque sarà R-Rated (vietato ai minori)?" e io "Certo che sarà vietato! Solo un idiota farebbe di RoboCop un film PG-13!" (ovvero vietato ai minori di 13 anni non accompagnati). Stacco alla mattina dopo: mi sveglio e avevo 47 telefonate perse".

Secondo Kinnaman, uno degli errori più grandi del remake è stata la mancata comprensione di quello per cui l'originale funzionava: "Credo che il film non abbia tenuto in considerazione quello che i fan amavano dell'originale. Bisognava rendergli omaggio e io credo che i produttori e i realizzatori, me compreso, non abbiano compreso come farlo nel modo giusto. Credo che sia un film molto consistente, ma semplicemente non rientra nel canone di RoboCop".

Insomma, un mea culpa in piena regola, sulle cui conclusioni concordiamo: probabilmente il suo remake non sarebbe nemmeno stato considerato un brutto film, se non fosse esistito quell'originale.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo