Schede di riferimento
News Cinema

Jim Carrey: 55 anni tra comicità e dramma, depressione e voglia di riscossa

2097

Facciamo gli auguri (e in nostri in bocca al lupo) all'attore canadese, il primo Conte Olaf visto sugli schermi.

Jim Carrey: 55 anni tra comicità e dramma, depressione e voglia di riscossa

La Serie di sfortunati eventi targata Netflix, io, non l'ho ancora vista: non per carenza d'interesse, s'intende, ma per paura di rimanerci bloccato e non uscirne più, manco fosse quella neve che cade su mezza Italia ma che a Roma mai, perché quel tempo mi serve. E sono sicuro che Neal Patrick Harris è bravissimo: ma la mia vocina, come diceva Thomas Magnum, mi dice che il Conte Olaf del mio cuore rimarrà quello di Jim Carrey.

Non che io sia mai stato un grande fan di Carrey, intendiamoci. Non all'inizio perlomeno: in quel 1994 in cui il canadese ha calato il tris d'assi Ace Ventura / The Mask / Scemo & + Scemo, ero anzi piuttosto contrariato di fronte a questo pseudo Jerry Lewis sopra ogni riga possibile e immaginabile, protagonista di tre film comunque uno più brutto dell'altro (nonostante Jeff Daniels). No, Carrey ho iniziato ad apprezzarlo dopo.

Ovvio, penserete voi: con The Truman Show, il primo ruolo serio, perché sei scontato e noioso e snob.
E invece no, perché lo snobismo è un qualcosa da praticare con tenacia e abnegazione, e la mia rivalutazione critica di Jim Carrey è cominciata prima, nel 1996: con The Cable Guy, misconosciuta commedia nera di Ben Stiller con Matthew Broderick, nella quale Carrey introduceva nella sua maschera comica quella vena di sadismo e di follia un po' inquietante che poi è stata alla base della sua più grande interpretazione, quella di Andy Kaufman in Man on the Moon.
Ma anche, appunto, quella del Conte Olaf nel sottovalutato film di Brad Silberling che avrebbe dovuto dirigere proprio il Barry Sonnenfeld che ora, grazie a Netflix, ha avuto la sua riscossa e la sua chance di tradurre in immagini i libri (splendidi) di Lemony Snicket; o del migliore dei film girati coi Farrelly, Io, me e Irene.

Per motivi simili, e conseguenti, al Carrey pur ottimo di Se mi lasci ti cancello, ho sempre preferito quello del Grinch, e ancora di più quello del Christmas Carol di Zemeckis, dove è uno dei migliori Scrooge che si siano mai visti. E per questo, per questa sua vena instabile e minacciosa, l'attore funziona meglio in film aciduli come I Love You Philip Morris che in robe tipo, che so, The Majestic.

Fatto sta che oggi, a 55 anni, Jim Carrey non è più la star di primissimo piano che fino a una decina di anni fa sembrava destinato a essere a lungo, ma l'attore piazzato in un ruolo di contorno perfino da una come Ana Lily Amirpour, che nel suo deludentissimo The Bad Batch gli fa fare il barbone postatomico, magrissimo e arso dal sole.
Sembrano lontani secoli i giorni in cui, paparazzato sulla spiaggia assieme alla ex playmate Jenny McCarthy, rispondeva presentandosi il giorno dopo sul bagnasciuga col costume da bagno di lei, in perfetto stile Borat.
Ancora di più, i giorni degli osanna della critica e dei Golden Globes intascati.

Colpa di alcune scelte professionali discutibili, probabilmente.
Colpa della depressione, il male di ogni grande comico che si rispetti, sicuramente.
Colpa anche, forse, in tempi assai recenti, della brutta storia che l'ha visto coinvolto nella morte della ex fidanzata per un'overdose di farmaci che, secondo alcuni, lei aveva grazie a lui (più altre questioni ancora più torbide che non sono mai state provate).

Chissà se ora, a 55 anni, Jim Carrey troverà la forza e lo slancio per ritornare ai massimi livelli del cinema hollywoodiano. Chissà se lo vorrà fare rilancianodsi come comico, come il sequel di Scemo & + scemo lasciava pensare, o come attore drammatico in film cupi come il True Crime che deve ancora essere distribuito.
Nell'uno come nell'altro caso, non sarà facile. E allora, auguri a Jim Carrey per il compleanno, e in bocca al lupo per la carriera: che possa tornare grande. Grande così:



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming