News Cinema

James Cameron confessa: "Vorrei girare almeno cinque o sei film di prima di morire"

James Cameron sarà a breve nelle sale con Avatar: La via dell'acqua. Il regista, però, non ha intenzione di dedicarsi solamente alla saga sci-fi. Ecco quali sono i suoi progetti prima di...morire!

James Cameron confessa: "Vorrei girare almeno cinque o sei film di prima di morire"

James Cameron, autore di cult indimenticabili, è particolarmente legato ad una sua pellicola, Avatar. Dopo ben tredici anni è in arrivo nelle sale il tanto atteso sequel, Avatar: La via dell'acqua. Il regista, però, vorrebbe trasformare l'epopea fantascientifica in un vero e proprio franchise, girando - personalmente - almeno altri tre capitoli. Allo stesso tempo, però, il cineasta è perfattemente consapevole dell'età che avanza e, dati i lunghissimi tempi di realizzazione di un singolo film della saga, vorrebbe dedicarsi - nel frattempo - anche ad altri progetti.

Avatar - La via dell'acqua: quale regista "prenderà le redini" del franchise dopo il ritiro di James Cameron? 

Durante un'intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, il regista sessanttotenne ha quindi raccontato dei suoi progetti futuri e del suo pensionamento. Nelle intenzioni di Cameron, la sua carriera dovrebbe infatti includere altri cinque o sei film prima della sua conclusione, dovuta appunto al ritiro dalle scene o alla morte. Come riportato dal magazine, all'interno di questo programma sono sicuramente inclusi tre sequel di Avatar, a cui potrebbero seguire un sesto ed un settimo capitolo, a condizione che sia il pubblico a richiederli. Altra condizione fondamentale è trovare un regista in grado di sostenere il peso produttivo, emotivo e psicologico di un progetto di tale portata, dal momento che James Cameron potrebbe non riuscire a completare il suo disegno:

"A quel punto avrei compiuto 89 anni. Ovviamente, non sarò in grado di realizzare film di Avatar all'infinito, la quantità di energia richiesta è tanta. Dovrei istruire qualcuno a farlo perché, non mi interessa quanto sei intelligente come regista, non puoi sapere come farlo".

Trovare un regista dedito alla "causa" Avatar tanto quando James Cameron non è però impresa facile, dal momento che la realizzazione di sole due pellicole ha impegnato circa venticinque anni di vita dello stesso Cameron. Impegno dovuto in parte all'enorme impatto visivo dei due film e all'utilizzo di una tecnologia complessa e al tempo - nel 2009 - sconosciuta, ovvero il 3D. In tredici anni il modo di fare cinema è però cambiato e, almeno dal punto di vista tecnico, l'erede del cineasta potrebbe in parte avere la strada spianata. Chiunque però decida di approcciarsi a questo monumentale franchise in divenire dovrebbe però anche condividere gli stessi valori di Cameron, i quali sono divenuti il cuore pulsante della narrazione. I temi riguardanti l'ambientalismo e la protezione e conservazione dell'ambiente devono infatti rimanere - sempre stando a quando dichiarato dal regista di Titanic - al centro delle future pellicole. In attesa di scoprire il destino della saga, non resta dunque che attendere il rilascio di Avatar: La via dell'acqua per provare a indivuduare indizi ed anticipazioni sullo sviluppo della trama. 

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Master in Critica Giornalistica per lo Spettacolo
  • Attenta alle nuove tendenze cinematografiche
Suggerisci una correzione per l'articolo