Schede di riferimento
News Cinema

Iri - la recensione

Uno dei due – immancabili – titoli in concorso provenienti dall’Oriente è Iri, produzione coreana diretta da Lu Zhang che appare tanto volutamente trattenuta da risultare fredda e senza un vero cuore.

Iri - la recensione

Iri - la recensione

Un' esplosione che ha devastato città e persone trent’anni fa. Il precipitato del dramma sul presente. Personaggi che si muovono silenziosi e dolenti in un film che media certe caratteristiche del cinema asiatico con altre provenienti dal cinema indipendente americano. Un film fatto d’inquadrature statiche e orizzontali, di protagonisti che vi si muovono o vi si bloccano dentro, d’umorismo obliquo e spesso dolente. Iri, diretto dal sino-coreano Lu Zhang è tutto questo o poco più. Un film che, se non sfigura in un panorama romano che di certo non ha suscitato entusiasmi, di certo lascia più di una perplessità, superata una certa fascinazione iniziale.
Se Iri appare macchinoso e un po’ prolisso non è tanto per una questione di stile o di narrazione, né per la voluta “freddezza” della storia: il grip del film sullo spettatore non funziona per via di un senso di artificiosa programmaticità che impedisce al sentimento sottostante di trasmettere calore, e di una conseguente pretestuosità di tutta l’operazione.
Probabilmente non è insincero, Lu Zhang, ma semplicemente privo di quell’abilità e di quella personalità che avrebbe forse permesso alla sua storia di decollare nonostante l’apparente esilità dello spunto di base.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming