Schede di riferimento
News Cinema

In Tunisia sul set di Baarìa, il nuovo film di Giuseppe Tornatore

Dopo un’incursione nel genere thriller con La sconosciuta, Giuseppe Tornatore torna a parlare della sua Sicilia in Baarìa, film corale che abbraccia quasi 100 anni di storia italiana. L’ambientazione è Bagheria, il paese natale del regista, ricostruito in Tunisia. Noi siamo andati sul set ed è stata un’esperienza davvero suggestiva.

In Tunisia sul set di Baarìa, il nuovo film di Giuseppe Tornatore

In Tunisia sul set di Baarìa, il nuovo film di Giuseppe Tornatore

(in fondo alla pagina nella videogallery le riprese sul set e l'intervista a Tornatore)

A 20 chilometri dal centro di Tunisi c’è un paese siciliano in cui il tempo scorre velocemente, tanto velocemente che per passare dagli anni Dieci agli anni Settanta basta girare l’angolo. È un paese fatto di legno e di cartone dove le case hanno soltanto la facciata. È il paese di Giuseppe Tornatore, Bagheria, ricostruito con precisione maniacale su 6 ettari di terreno da un manipolo di esperti scenografi che si sono messi al lavoro più di un anno fa. Noi l’abbiamo visitato, in un viaggio incredibilmente suggestivo cominciato alle prime luci del mattino e terminato con un’interessante intervista al regista. A scortarci, la Medusa film, che ci ha coccolato con un aereo tutto per noi, una notte nel cuore di Tunisi e scatole ricolme di datteri.

Il nuovo film di Peppuccio Tornatore, che si intitola Baarìa (Bagheria in dialetto siciliano), ha i numeri di un kolossal, a partire dal budget, 20 milioni di Euro. I membri della troupe sono 230, gli attori diretti 203, le comparse 20.000 e le settimane di lavorazione 25. L’uscita in sala è prevista fra dicembre 2008 e gennaio 2009 e a produrre sono il mecenate tunisino Tarak Ben Ammar e la Medusa Film.
A Giuseppe Tornatore, abbronzato dal sole nordafricano e felice come un bambino (“Girare questo film è stato come ritrovarmi”), abbiamo chiesto quale fosse il genere di appartenenza del film. “Molti lo chiamano un affresco, ma la definizione più corretta è commedia. Girando, la vena comica si è rafforzata ed è venuto fuori un film divertente e nello stesso tempo malinconico, proprio come le vecchie commedie all’italiana”. Di epico, però, Baarìa ha senz’altro il respiro, visto che racconta un secolo di storia italiana, con le Guerre Mondiali e l’avvicendarsi, sulla scena politica, di Fascismo, Comunismo, Democrazia Cristiana e Socialisti. Il periodo sul quale Tornatore si sofferma di più è quello compreso fra gli anni Trenta e gli anni Settanta, quando la politica era ancora “una cosa buona”. “Per capire la politica, bastava passeggiare per le strade di Bagheria. Era tutto lì: il sindaco, l’opposizione. Incontravi il Berlusconi e il Veltroni di turno e sapevi tutto di loro”. Decenni di grandi ideali, dunque, che Giuseppe Tornatore ha voluto portare sul grande schermo in un’epoca come la nostra in cui la politica ha perso importanza ed è diventata inaccessibile all’uomo comune.

Se la politica non è più come una volta, anche i siciliani sono cambiati, nei modi e nei volti, e allora è sembrato logico andare a cercare le facce giuste in un altro paese. In Tunisia, dove “non ti chiedono 500 Euro per aprire una finestra” (com’era accaduto in Maléna), la produzione ha portato carretti, insegne, luminarie e mobili d’antiquariato, perché tutto, ma proprio tutto, doveva essere come Tornatore lo ricordava: la bottega del falegname di cui faceva il garzone, il Duomo, il Bar Aurora e il cinema Vittoria. E a proposito di cinema, abbiamo chiesto al regista che spazio avesse nel film. “Ho parlato poco di cinema, perché dopo un film interamente dedicato all’argomento (ndr. Nuovo Cinema Paradiso), devo fingere di aver detto tutto, altrimenti corro il rischio di diventare noioso”.

A dispetto dell’ambientazione, Baarìa, non è però un film autobiografico. Le 3 generazioni che si succedono non sono la famiglia Tornatore. “Il personaggio principale (interpretato da Francesco Scianna) non rappresenta me. Il film mi somiglia perché parla di rievocazioni, delle mie emozioni e delle mie fantasie – le fantasie di bambino, di ragazzo e di uomo”. Se non è un bopic né un documentario sulla storia d’Italia, qual è dunque il la cifra del film? “In primo piano ci sono i personaggi – ha spiegato Giuseppe Tornatore – “che racconto attraverso i sentimenti: l’amicizia, l’amore, il tradimento e la vendetta”.

Prima di lasciarci a un ultimo fugace giro fra arredi e scenografie, Giuseppe Tornatore ci ha parlato del casting di Baarìa. “Anche se il film è una vicenda corale, di tanto in tanto un personaggio ruba la scena agli altri soltanto per un attimo e poi torna nel coro. Per questo avevamo bisogno di attori bravi, intensi, in grado di catturare l’attenzione del pubblico in un solo istante. Li abbiamo provinati tutti e 200 e portarli in Tunisia è stata un’impresa quasi impossibile”. Luigi Lo Cascio, i fratelli Fiorello, Leo Gullotta, Corrado Fortuna, Aldo Baglio, Ficarra e Picone, Paolo Briguglia, Raoul Bova, Monica Bellucci e molti altri hanno recitato sia in siciliano stretto che in italiano. Baaria uscirà infatti in una doppia versione. In Sicilia e all’estero sarà in dialetto con sottotitoli. Nel resto d’Italia sarà in un italiano “sporco” di siciliano. Ad accompagnare le 2 edizioni, le musiche di Ennio Morricone.

Avremmo voluto rivolgere molte altre domande a Giuseppe Tornatore, che ci è sembrato meno schivo e riservato del solito. Soprattutto avremmo voluto rimanere ancora un po’ su un set che abbiamo scoperto essere tre volte più grande di quello di Gangs of New York. Ci sarebbe piaciuto intrufolarci nei garage pieni di auto d’epoca e curiosare fra i camion e le impalcature. Qualcuno ha provato a insistere perché prolungassimo la nostra permanenza di qualche ora - giusto il tempo di assistere alla scena di una processione serale con centinaia di comparse. Non è stato possibile: dovevamo scrivere i nostri pezzi e montare i servizi per il telegiornale. Peccato: vorrà dire che ci rifaremo in occasione dell’uscita del film.



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming