News Cinema

Il giovane Montalbano, Ritorno alle origini e scelte dolorose in quel di Vigata

Terzo capitolo, Ritorno alle origini, per le avventure del Giovane Montalbano che deve prendere decisioni dolorose ma anche stimolanti sul suo futuro sentimentale, mentre un nuovo vice arriva in questura.

Il giovane Montalbano, Ritorno alle origini e scelte dolorose in quel di Vigata

Michele Riondino torna nella la terza puntata delle avventure del Commissario Montalbano, intitolata Ritorno alle origini. Sono gli esordi, quando il poliziotto è appena arrivato a Vigata, ancora spiazzato e in via di adattamento. Ogni replica, anche del Giovane Montalbano, ottiene sempre sbalorditivi risultati di audience sulla Rai.

Il giovane Montalbano, è tempo di grandi cambiamenti

La regia è sempre di Gianluca Maria Tavarelli, a confermare una uniformità stilistica per queste nuove avventure, con Salvo alle prese con gli inizi della sua carriera nelle forze dell’ordine in Sicilia. Momenti cruciali per il futuro, quello che conosciamo come lettori e telespettatori delle sue avventure interpretate da Luca Zingaretti. Sono gli anni in cui costruisce quella squadra affiatata che ha fatto la fortuna di questo personaggio ormai iconico della letteratura e della televisione nazionale.

I legami con i colleghi di consolidano, nel Ritorno alle origini, mentre Montalbano è ancora un po’ spiazzato e deve prendere le prime decisioni cruciali nell’ambito della sua vita privata e sentimentale. Ha un carattere difficile, questo lo sappiamo, poi da giovane ha ancora meno pazienza, ma sicuramente grande bisogno di libertà e autonomia, se non proprio solitudine. Dopo alcuni chiari indizi negli episodi precedenti, infatti, tronca la relazione con Mery, fidanzata storica, dai tempi in cui Vigata era solo il paese in cui era cresciuto e in cui viveva il padre, e lui viveva ed esercitava il suo mestiere, da novellino, in quel di Mascalippa, Sicilia interna e sperduta.

Non solo, come si diceva, anche fra i colleghi qualcosa sta cambiando, con l’arrivo di Mimì Augello, il nuovo vicecommissario, donnaiolo accanito e impunito. I rapporti inizialmente non sono proprio idilliaci, visti i caratteri ben diversi dei due e non secondario il fatto che Augello ha presto messo gli occhi su Livia, una ragazza legata a un complesso caso in cui Montalbano si è trovato a indagare, ma soprattutto non indifferente anche a Salvo, come la storia confermerà.

Ritorno alle origini, la trama

Primi anni 90, nella Sicilia di Vigata. Finito il suo rapporto con Mery, sconquassato in questura dall’arrivo del nuovo vice, durante la festa di San Calorio tutti sono fuori per un pic-nic in piazza mentre il commissario si organizza un pranzo nel suo ufficio. Viene interrotto sul più bello per il rapimento di una bambina, Laura Belli, che viene trovata dopo poche ore, sotto shock e senza segni evidenti di abusi da parte dei rapitori. 

Il commissario capisce che qualcosa non quadra e indaga, cercando di mettere alla prova il suo vice Augello, provocandolo non poco, anche solo per capire se potrà fidarsi di lui. Proprio in questo caso è coinvolta anche Livia Burlando (Sarah Felberbaum), giovane architetto genovese, in vacanza in paese come intima della famiglia Belli, che ha consolidato un intimo rapporto con la piccola Laura. La giovane rimane affascinata dal burbero commissario e resiste alle parallele insistenze del "playboy" Augello.



  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming