News Cinema

Il Giorno più bello del Mondo: perché non perderlo per nessuna ragione al mondo

169

Arriva oggi nelle nostre sale la nuova commedia di Alessandro Siani, che si prepara a conquistare il boxoffice con una favola magica.

Il Giorno più bello del Mondo: perché non perderlo per nessuna ragione al mondo

Nel giorno di Halloween, in mezzo a tanti scherzetti, c'è anche un dolcetto che vale davvero la pena di assaggiare. Per gustarlo, non dovete travestirvi da fantasma, da Mike Myers o da Frankenstein. Dovete semplicemente andare al cinema a vedere Il Giorno più bello del Mondo. Visto l'alto gradimento registrato dai film di Alessandro Siani, che nel 2015 è stato premiato con il Biglietto d'Oro per Si accettano miracoli, di sicuro ci avevate pensato già da soli, ma nel caso vi fosse sfuggito l'arrivo nelle sale italiane della commedia magica interpretata dallo stesso Siani, da Giovanni Esposito e da Stefania Spampinato, ci siamo noi a ricordarvelo, e a spiegarvi, senza spoilerare, perché proprio non dovete perdervi l'opera quarta del napoletano innamorato di Massimo Troisi e del genere favola.

Il Giorno più bello del Mondo è la prima sceneggiatura di ferro scritta da Siani, laddove per sceneggiature di ferro si intende un copione che viene seguito alla lettera da regista e attori. Ora, lo stesso Alessandro ha raccontato di aver improvvisato qualche volta, ma meno del solito, e ciò ha portato a dialoghi più stringati, attori più a fuoco, personaggi secondari più sviluppati e a una comicità di situazione che dà al film un tocco di internazionalità.

Anche se Alessandro Siani parla della sua città, mostrando le conseguenze dell'apparizione di un bambino magico che ha il potere di muoveregli oggetti, questa volta si sposta, va all'estero, portando i suoi personaggi in un mega laboratorio scientifico. Questo viaggio (a Colmar, nella Francia nord-orientale) fa sì che il film venga avvolto da un'atmosfera thriller, perché fra gli scienziati dal camice bianco ci sono personaggi che non sono quello che sembrano. Arturo Meraviglia, insomma, un po’ come James Bond, viaggia e sconfigge i nemici.

Ne Il Giorno più bello del mondo ci sono due attori bambini favolosi: Sara Ciocca e Leone Riva. La prima non ha conquistato solo Siani, ma anche Ferzan Ozpetek, che l'ha voluta nel suo nuovo film La Dea Fortuna. Leone, invece, è un esordiente. Sul set, ci hanno raccontato, è stato bravissimo. Ha seguito diligentemente le indicazioni del regista, contento di dover dirigere un personaggio che ha perso l’uso della parola. Per Alessandro Siani i bambini rappresentano uno sguardo puro e disinteressato sul mondo. I bambini sono più saggi di noi, bisogna solo guidarli e aiutarli a non perdere l'incanto.

Last but not least c'è una fiaba classica che Arturo Meraviglia racconta, prendendosi qualche licenza poetica, ai piccoli Gioele e Rebecca. Anche solo questa scena vale la visione del film.



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming