News Cinema

Il genio di Jacques Tati su Amazon Prime Video

217

Sono disponibili, sulla piattaforma streaming di Amazon, i capolavori del grande regista e attore comico francese, uno dei grandi e mai abbastanza celebrati geni della comicità cinematografica.

Il genio di Jacques Tati su Amazon Prime Video

Jacques Tati, al secolo Jacques Tatischeff, francese di origini franco-russo-italo-olandesi, è stato uno dei più grandi geni della comicità cinematografica, ed è pressoché unanimemente considerato come uno dei più importanti registi della storia del cinema.
Eppure, il suo nome non viene ricordato abbastanza spesso assieme a quello dei Charles Chaplin, dei Buster Keaton, dei Laurel & Hardy.
Tati è stato il comico che ha raccolto quella straordinaria eredità comica dell'era del muto e non solo l'ha portata nel suo presente, che era quello degli anni Cinquanta e Sessanta del XX secolo, ma l'ha proiettata direttamente verso il futuro.
Una comicità, quella di Tati, senza parole, ma anche senza lo slapstick più ovvio ed evidente, bastata sul nonsense e sull'assurdo, che aveva metabolizzato la lezione del surrealismo, del dadaismo e perfino, in parte, del situazionismo di Guy Debord (e non a caso David Lynch ne è un grande ammiratore). Una comicità che veniva declinata attraverso un'inventiva geniale e gentile, che non aveva bisogno né voleva prendere lo spettatore con la forza, e infilargli le risate in bocca, ma catturarlo gentilmente e farlo perdere in un mondo nuovo e straordinario, dove a risultare inevitabilmente esilaranti erano i dettagli, le sfumature, e perfino le evidenze che però giocavano sempre con lo spazio e il tempo in maniera sottile e imprevedibile.
Senza Tati e la sua lezione, non sarebbero stati gli stessi i grandi che sono venuti dopo di lui, e che hanno tratto profonde e importanti lezioni dalla sua opera: i Peter Sellers, i Monty Python, perfino il Rowan Atkinson di Mr. Bean.
Tutto questo Tati è stato in grado di farlo con una manciata di lungometraggi, che sono disponibili per voi in streaming sulla piattaforma di Amazon Prime Video.

Giorno di festa

Il primo film scritto, diretto e interpretato da Jacques Tati è Giorno di festa, uscito in Francia nel 1949, in cui interpreta lo svagato e buffo François, il postino del paesino francese di Sainte-Sévère-sur-Indre che, preso in giro dai proprietari di un luna park ambulante arrivato in paese, i quali gli hanno mostrato un finto documentario, si mette in testa di dover rivaleggiare con l'efficientissimo e velocissimo servizio postale americano.
Guarda Giorno di festa su Amazon Prime Video

Le vacanze di Monsieur Hulot

Dopo Giorno di festa, nel 1953 Tati realizza Le vacanze di Monsieur Hulot, il film di cui è protagonista nei panni dell'omonimo personaggio, con cui è identificato tanto quanto Chaplin lo è con Charlot. Inconfondibile col suo soprabito, il cappello, la pipa, l'orlo dei pantaloni troppo corto, la parlata che è un bofonchiare incomprensibile e la camminata sbilenca, Hulot è un personaggio goffo e naif, buono e generoso, che si trova spesso invischiato in strane situazioni e che ha un chiaro problema con tutto ciò che è moderno. In questo film lo vediamo alle prese con una vacanza esilarante in villaggio balneare della costa bretone, dove ne accadranno di tutti i colori, nell'assenza di una trama vera e propria.
Guarda Le vacanze di Monsieur Hulot su Amazon Prime Video

Mio zio

Nel 1958 Tati torna nei panni di Monsieur Hulot in Mio zio. Nel film infatti Hulot è lo zio di Gérard, un bambino di nove anni che vive in una villa modernissima e ultra-tecnologica una vita perfettamente regolare e ordinata imposta dai genitori, e che è molto attratto dalla casa e dallo stile di vita dello zio, che - manco a dirlo - è tutto il contrario. Un film che valse a Tati il Premio della Giuria a Cannes e il premio Oscar 1959 come miglior film straniero, e che anticipava di dieci anni tante dinamiche di un altro celebrato capolavoro come Hollywood Party di Blake Edwards.
Guarda Mio zio su Amazon Prime Video

Leggi anche La recensione di Mio zio

Play Time - Tempo di divertimento

Con Play Time, Tati raggiunge le vette assolute della sua ambizione da un lato, con una produzione dai costi esorbitanti che rischiò di mandare il francese in bancarotta, e dall'altro anche della sua teorizzazione cinematografica e comica, con un risultato che lascia esterrefatti a più di cinquant'anni di distanza dalla sua realizzazione. Ambientato in una Parigi immaginaria e avveniristica, e dominata da un'architettura modernista tutta vetro, cemento e acciaio (in realtà un gigantesco set), passata alla storia come Tativille, Play Time porta alle estreme conseguenze il ragionamento contro la modernità e l'omologazione dei film precenti, con uno spessore concettuale e una capacità di essere sperimentale nella grandiosità è solo dei grandi registi.
Guarda Play Time - Tempo di divertimento su Amazon Prime Video

Leggi anche La recensione di Play Time

Monsieur Hulot nel caos del traffico

I problemi economici causati da Play Time costrinse Tati a rivedere la scala dei suoi progetti e della sua ambizione, ma non per questo vede decrescere la sua creatività. Inizialmente concepito come progetto televisivo, Monsieur Hulot nel caos del traffico è l'ultimo film in cui il francese interpreta il personaggio del titolo, e il penultimo della sua filmografia, e lo vede impegnato nel tentativo di arrivare per tempo a un salone dell'automobile per presentare la sua versione modificata di una Renault R4.
Guarda Monsieur Hulot nel caos del traffico su Amazon Prime Video

Il circo di Tati

Presentato fuori concorso al Festival di Cannes del 1974, ma non in concorso, Il circo di Tati è un altro film che partì come progetto televisivo, supportato produttivamente dalla tv di stato svedese, per poi approdare sul grande schermo. Come lascia chiaramente intuire il titolo, si tratta di una storia ambientata in un circo, nella quale Tati interpreta il ruolo di un clown.
Guarda Il circo di Tati su Amazon Prime Video

Premiato nel 1977 con un César alla carriera, Jacques Tati morì nel 1982 prima di riuscire a filmare una nuova sceneggiatura, che aveva intitolato Confusion, e che avrebbe dovuto realizzare in collaborazione con gli Sparks, il duo pop-rock statunitense composto da Ron e Russell Mael.
Il film sarebbe stato ambientato, come per Play Time, in una Parigi futuristica dove tutto gira attorno alla tv, e dove tutti vivono nel culto della comunicazione, della modernità e dell'apparenza. Vi ricorda qualcosa? Nel film Monsieur Hulot viene "scelto" per essere accidentalmente ucciso in diretta tv. Un'altra storia che racconta perfettamente come Tati e il suo cinema fossero stati in anticipo sui loro tempi di decenni, e che ne converma un genio quasi rivoluzionario.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming