Il cameo di Stan Lee in Captain Marvel e gli altri in arrivo

-
248
Il cameo di Stan Lee in Captain Marvel e gli altri in arrivo

In questo primo weekend di programmazione in cui si è piazzato al primo posto del box office in tutti i paesi in cui è uscito, Captain Marvel si sta facendo notare anche per i due omaggi a Stan Lee che contiene. Il primo sui titoli di testa è un delizioso tributo per ricordare il creatore di quasi tutti i supereroi Marvel scomparso a 95 anni lo scorso 12 novembre. Il secondo è l'abituale cameo nel film, come per tutti i film dell'MCU, che in questo caso è diverso dagli altri perché lo vediamo leggere il copione di Mallrats (il titolo italiano è Generazione X). Si tratta del film di Kevin Smith del 1995 (anno in cui si svolge la storia di Captain Marvel) nel quale Lee aveva un piccolissimo ruolo nei panni di se stesso. In sostanza, in Captain Marvel vediamo Lee interpretare se stesso nel 1995 mentre legge il copione del film nel quale avrebbe fatto una parte. Ma la domanda è: quante altre volte vedremo Stan Lee nei film della Marvel?

La risposta è: due volte. Nel corso degli ultimi dieci anni, quando necessario, i produttori facevano imbarcare Lee su un aereo per Atlanta (dove si girano in studio i film dei supereroi Marvel) e allestivano tre o quattro scene da fargli girare in un giorno che avrebbero successivamente inserito nei tre o quattro film a venire. I cameo erano così assicurati con la giusta cura nei confronti di un signore novantenne, senza che venisse troppo sballottato qua e là per esigenze produttive. I futuri film per i quali Stan Lee aveva già girato prima di morire la sua partecipazione sono Avengers: Endgame e Spider-Man: Far From Home, in uscita rispettivamente il 24 aprile e l'11 luglio.



Antonio Bracco
  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Lascia un Commento
Lascia un Commento