I vincitori del Fantafestival 2018

-
8
I vincitori del Fantafestival 2018

Si è conclusa domenica 9 dicembre al cinema My Cityplex Savoy di Roma con l'assegnazione dei premi la 38esima edizione del Fantafestival, storica manifestazione romana dedicata al cinema fantastico, da quest'anno sotto la direzione di Marcello Rossi e Luca Ruocco, che, nonostante il budget limitatissimo, sono riusciti a portare proposte interessanti e a richiamare un pubblico molto numeroso durante i cinque giorni del festival. 

La serata della premiazione è stata preceduta dalla proiezione del divertente fan movie di Ghostbusters Italia e seguita da una proiezione del capolavoro di Dario Argento, Suspiria, in versione restaurata in 4 k in occasione della sua uscita in digipack in edizione limitata, introdotta dal regista assieme al direttore della fotografia Luciano Tovoli e a una delle protagoniste, Stefania Casini.

Questi i premi assegnati:

A decretare i vincitori del Pipistrello d’oro, una giuria di esperti del settore composta dal regista Claudio Lattanzi, dalla giornalista di Comingsoon.it e saggista Daniela Catelli e dal regista e attore Luca Vecchi, di The Pills. A vincere il Pipistrello d’oro come Miglior lungometraggio è stato l’horror spagnolo Framed (foto), di Marc Martínez Jordán, mentre quello per il Miglior cortometraggio è andato ad una produzione italo-inglese, The Essence of Everything di Daniele Barbiero.

Carlo Modesti Pauer e Leopoldo Santovincenzo, autori del programma Wonderland di Rai4, hanno assegnato i due premi Mario Bava, dedicati esclusivamente alle produzioni italiane. Quello per il Miglior cortometraggio è andato alla black comedy Insetti di Gianluca Manzetti, mentre quello per il Miglior lungometraggio a Go Home – A casa loro, l’attualissimo zombie-movie politico di Luna Gualano.

Il premio del pubblico è andato praticamente all'unanimità a un altro film italiano: Nevermind di Eros Puglielli.

Complimenti al redivivo Fantafestival e appuntamento al prossimo anno.



Lascia un Commento
Lascia un Commento