Green Book vince il premio della Producers Guild of America

-
Share
Green Book vince il premio della Producers Guild of America

Sono stati annunciati i vincitori della Producers Guild of America, meglio noti come PGA, che sono considerati una buona previsione per gli Oscar. Solo due volte, dal 2010, il vincitore del premio non ha portato a casa anche l'agognata statuetta, ed è successo nel 2016 e nel 2017, con La grande scommessa e La La Land.

Quest'anno il premio per il miglior film è andato a Green Book di Peter Farrelly, il biopic sull'amicizia tra il buttafuori italo-americano Tony Vallelonga e il musicista di colore Don Shirley, con Viggo Mortensen e Mahersala Ali presentato in anteprima all'ultima Festa del cinema di Roma, che arriverà nelle nostre sale il 31 gennaio.

A questo punto, considerando le preferenze espresse dalle associazioni di categoria e dai sindacati dei critici (gli ultimi nell'ordine quelli del London Critics' Circle, che hanno premiato come miglior film Roma ma hanno dato anche quattro premi a La favorita), diremmo che il gioco si restringe a questi tre titoli per il premio maggiore e noi scommetteremmo su Roma, visto che in genere l'Academy preferisce i film drammatici.

Il premio cinematografico della Producers Guild per il film animato, è andato alla vera e positiva sorpresa dell'anno, Spider-Man: Un nuovo universo.

Il premio per il miglior documentario è stato assegnato a Won’t You Be My Neighbor?.



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Lascia un Commento