News Cinema

Gli Oscar a Parasite e la felicità di Bong Joon-Ho, che non vedeva l'ora di tornare a casa

142

Il regista sudcoreano di Parasite, che nei suoi film ha spesso criticato l'America, è stato letteralmente sequestrato da Hollywood, ma ne è valsa la pena: 4 storici Oscar al suo film.

Gli Oscar a Parasite e la felicità di Bong Joon-Ho, che non vedeva l'ora di tornare a casa

Una serata storica, indimenticabile e un tripudio di standing ovation per Bong Joon-Ho e il suo Parasite, che ha vinto ben 4 Oscar, in un anno in cui la competizione era densa di film straordinari. Pazienza per Tarantino, che avrà occasione di rifarsi, speriamo, col suo decimo film, e per Scorsese, entrambi citati e ringraziati, assieme ai colleghi, dall'emozionatissimo regista sudcoreano, di cui vi mostriamo in sequenza i premi e le reazioni

Chiamato per la prima volta sul palco per ricevere il premio per la miglior sceneggiatura originale, assieme al coautore Jin Won Han, Bong Joon-Ho, è dovuto poi salirci altre tre volte, sempre più incredulo e commosso. Quando ha ricevuto l'Oscar per il miglior film internazionale dalle mani di Spike Lee, ha detto di essere felice di inaugurare il premio col nuovo nome e che avrebbe bevuto fino al mattino per festeggiare. A quello per la regia - consegnatogli da Diane Keaton e Keanu Reeves - si è detto stupito perché ormai convinto di aver finito e di potersi finalmente rilassare e ha proceduto a citare e ringraziare un altrettanto commosso Martin Scorsese e Quentin Tarantino, i cui film ha visto e adora. Ha poi aggiunto che avrebbe chiesto all'Academy di prestargli una motosega per dividere l'Oscar in cinque e darne un pezzo per uno agli altri meritevoli registi.

All'Oscar per il miglior film, consegnato da Jane Fonda, Bong Joon-Ho è salito sul palco con i produttori e tutto il cast del film, a quel punto quasi esausto per la felicità, accolto dall'ennesima standing ovation. Ormai il regista si trova da più di un mese a Hollywood per ricevere i vari premi assegnati a Parasite e proprio prima degli Oscar aveva dichiarato, col suo ormai noto senso dell'umorismo, che la felicità per lui sarebbe stata l'indomani tornare a casa sua. Siamo sicuri però che adesso ci tornerà molto più contento.

E congratulazioni a tutti coloro che lo hanno votato ("nel momento più opportuno", come è stato detto in uno dei discorsi) e a chi l'ha applaudito: vedere il palco degli Oscar "invaso" da persone asiatiche è stato davvero un bellissimo momento e - oltre all'apprezzamento artistico per un film meritevole -  un segnale di inclusione, pace e riconoscimento della nostra comune umanità.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming