News Cinema

Gerard Butler: Un action hero dal cuore romantico

1

In attesa dell'uscita del suo nuovo film Attacco al potere - Olympus Has Fallen, ripercorriamo l'irresistibile ascesa, passo dopo passo, di un idolo del pubblico femminile

Gerard Butler: Un action hero dal cuore romantico

E' il 1997 quando Gerard Butler appare per la prima volta al cinema in un ruolo minore nel film in costume di John Madden, La mia regina, dove dimostra la sua abilità con gli accenti e in una breve scena senza vestiti mostra per la prima volta il suo fisico perfetto. 


Ma facciamo un passo indietro. Il futuro sciupafemmine nasce a Paisley, vicino a Glasgow, il 13 novembre 1969, in una famiglia in parte irlandese. La sua prima performance conosciuta è un allestimento di Oliver! dello Scottish Youth Theatre, quando ha solo 12 anni. Per accontentare i suoi, si laurea brillantemente in legge e inizia a far pratica in uno studio legale. Di sera canta in un gruppo rock e sul palco, racconta, si sente Jim Morrison. Forse troppo, visto che si ubriaca spesso, facendosi cacciare dai locali e infine - per nostra fortuna - anche dal lavoro. Eccolo esibirsi da Jay Leno in L.A. Woman dei Doors.  



La sua carriera inizia a teatro, grazie al regista e attore Steven Berkoff. Al suo debutto cinematografico, seguono piccole apparizioni in 007 - Il domani non muore mai e Talos – L'ombra del faraone e il ruolo protagonista, nel 2000, in Dracula's Legacy. Prodotto da Wes Craven - che lascia la regia alle meno capaci mani di Patrick Lussier - il film è un fiasco, ma offre a Butler l'occasione di interpretare un giovane e fascinoso principe dei vampiri, consolidandone la reputazione a Hollywood, dove nel 2001 interpreta Attila in un tv movie. Gerry, come ama farsi chiamare, si fa strada passo dopo passo: nel 2003 è un archeologo che viaggia nel tempo in Timeline, dal romanzo di Michael Chrichton, mentre in Tomb Raider: La culla della vita si esibisce in una torrida scena con Angelina Jolie

 


L'anno successivo è protagonista di The Phantom of the Opera, tratto dal musical di Lloyd Webber diretto da Joel Schumacher. Anche sfigurato, però, Gerard non raggiunge mai le vette di bruttezza dei suoi predecessori. Il pubblico italiano non può giudicarne le doti canore, perché per volontà degli autori nei paesi non di lingua inglese le canzoni siano doppiate, ed è un vero peccato. 

Dopo l'incursione nell'epica nordica in Beowful & Grendel,  arriva finalmente il ruolo che lo rende celebre, nel suo film di maggiore successo: nel 2006 Zack Snyder gli affida la parte del re spartano Leonida in 300, splendida e violentissima trasposizione del graphic novel di Frank Miller sulla battaglia delle Termopili. Con la sua voce stentorea e il fisico da dio greco, ottenuto con 4 mesi di duro allenamento, Butler sfodera un inatteso carisma, conquistando finalmente l'attenzione generale. 

 


Le sue scelte successive sorprendono: l'attore oscilla tra la commedia e l'action, senza trovare il film ideale che gli permetta di ripeterne il successo. A 300 seguono infatti commedie romantiche di vario genere e scarso richiamo commerciale: P.S. I Love You, dove è bravissimo nel poco tempo in cui resta in scena, e la malriuscita action comedy Il cacciatore di ex con Jennifer Aniston. Più divertente è invece La dura verità, in cui Gerard si dimostra perfettamente a suo agio in un classico ruolo brillante. In questo periodo ci sono anche il fantasy per ragazzi Alla ricerca dell'isola di Nim, il fantascientifico Gamer e il primo film da lui prodotto: il divertente, improbabile (e molto coatto) revenge-action Giustizia privata. 

 


Guy Ritchie gli offre un bel ruolo di gangster scozzese in Rocknrolla e Ralph Fiennes lo riporta alle origini teatrali col suo Coriolanus. Dopo aver doppiato Stoick il vichingo in Dragon Trainer, Gerard approda sul set americano dello sfortunato film di Gabriele Muccino, Quello che so sull'amore, che gli offre se non altro l'occasione di interpretare un allenatore di calcio, sport che ha praticato e di cui è tifoso. 

 


All'inizio del 2012 c'è anche per lui il passaggio obbligato alla Betty Ford Clinic. Non per combattere il vecchio demone dell'alcool, ma una dipendenza da antidolorifici causata dalle cure per uno dei numerosi incidenti sul set di uno dei suoi action. 

Tornato in forma, riprende a macinare film: lo rivedremo – irriconoscibile – nel panni di un volgarissimo folletto in un episodio del demenziale Comic Movie e, ovviamente, nel secondo film da lui prodotto, Attacco al potere,   un action fantapolitico all-american in cui il suo (super)eroe solitario salva gli Stati Uniti dai malvagi terroristi nordcoreani, senza nemmeno togliersi la camicia. 

 


Sul versante privato, a 43 anni, dopo una serie infinita di flirt con donne di alto profilo, Gerard è ancora scapolo. L'ultima conquista, la modella rumena Madalina Ghenea, pare già archiviata. Perché lui è così: bello, simpatico e forse anche romantico, ma non gli chiedete di impegnarsi, perché la sua vera passione è il cinema. Anche se non sempre i risultati premiano i suoi sforzi, è innegabile che Butler possieda il carisma guascone di una star del passato,capace di essere credibile sia nei panni di patriottico yankee che in quelli di irlandese rompiscatole.


  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming