News Cinema

Gabriele Salvatores torna a Comedians: "tanto anni dopo ho scoperto il dark side del testo"

15

Debutta in 250 copie nei cinema italiani il 10 giugno il nuovo film di Gabriele Salvatores, adattamento cinematografico del testo teatrale di Trevor Griffiths che il regista aveva messo in scena al Teatro dell'Elfo e che è stato ispirazione per il suo Kamikazen - Ultima notte a Milano.

Gabriele Salvatores torna a Comedians: "tanto anni dopo ho scoperto il dark side del testo"

Prima di debuttare nella regia cinematografica e dare inizio alla carriera da Oscar che tutti conosciamo, Gabriele Salvatores ha lavorato a lungo in teatro. Salvatores, nel 1972, fu il fondatore, con Ferdinando Bruni, del celebre e ancora attivissimo Teatro dell'Elfo, una delle più importanti compagnie teatrali milanesi e italiane, e diresse numerosi spettacoli. Uno di questi, portato in scena nella stagione 1985-1986, quando già Salvatores aveva diretto il suo primo film, Sogno di una notte d'estate, è stato "Comedians", versione dell'omonima pièce teatrale di Trevor Griffiths interpretata da un gruppo di attori che comprendeva Paolo Rossi, Claudio Bisio, Antonio Catania, Silvio Orlando, Renato Sarti, Bebo Storti, Gigio Alberti, Gianni Palladino, Luca Toracca, Roberto Vezzosi. Lo spettacolo ebbe un grande successo e lanciò quel cast di interpreti allora quasi sconosciuti, e fu anche ispirazione per il secondo film del regista milanese, Kamikazen - Ultima notte a Milano, commedia surrale in cui, come ricorda lo stesso regista, "si raccontavano le vite private dei singoli personaggi della pièce, e attraverso quelle la Milano degli anni Ottanta, ma quella fatta da un'umanità più bassa rispetto a quella di film come Via Montenapoleone."
Ora, a distanza di tanti anni, Salvatores è tornato al testo di Griffiths: debutterà infatti nei cinema italiani in 250 copie il 10 giugno, con 01 Distribution, Comedians, adattamento cinematografico della celebre pièce teatrale di Trevor Griffiths che vede nel cast Ale & Franz, Natalino Balasso, Demetra Bellina, Marco Bonadei, Elena Callegari, Aram Kian, Walter Leonardi, Giulio Pranno, Vincezo Zampa e Christian De Sica.

Comedians: il trailer ufficiale del film di Gabriele Salvatores

Comedians: la trama ufficiale del film

Sei aspiranti comici stanchi della mediocrità delle loro vite, al termine di un corso serale di stand-up si preparano ad affrontare la prima esibizione in un club. Tra il pubblico c'è anche un esaminatore, che sceglierà uno di loro per un programma televisivo. Per tutti è la grande occasione per cambiare vita, per alcuni forse è l'ultima. Le esibizioni iniziano e ogni comico sale sul palco con un grande dilemma: rispettare gli insegnamenti del proprio maestro, devoto a una comicità intelligente e senza compromessi o stravolgere il proprio numero per assecondare il gusto molto meno raffinato dell’esaminatore? O forse cercare una terza strada, di assoluta originalità? Attraverso le storie di sei comici, Comedians è una riflessione sul senso stesso della comicità nel nostro tempo, affrontando temi di assoluta attualità.

"Kamikazen era veramente un'altra cosa, ma anche a teatro nell'85, quando eravamo giovani, anarchici e desiderosi di successo, avevo usato il testo per riempirlo di gag nuove e di improvvisazioni," spiega Gabriele Salvatores presentando il suo film alla stampa. "Ora, a distanza di tanti anni, ho scoperto quello che i Pink Floyd avrebbero chiamato il dark side of the moon della pièce, la sua parte più riflessiva, pensierosa e perfino malinconica. Rileggendolo," dice, "si è rivelato molto più attuale di quel che ricordassi." Un'attualità che non riguarda solo la comicità, ma anche temi che allora non avevo intravisto: come quelli del rapprto padre figlio tra i personaggi di Balasso e Pranno [l'insegnante Eddi Berni e il giovane allievo Giulio Zappa, n.d.r.],  un padre che non fa passare niente e figlio che non ha timore di contestare; quello del ragionamento sull'odio e sul suo superamento per poter cambiare le cose; quello sulla voglia di apparire, di essere di successo, non disperso nell'umanità invisibile. È importante capire che la visibilità non è per forza la misura del nostro valore."

Ai tempi dello spettacolo teatrale, racconta Salvatores, per creare spirito di gruppo tra attori che allora non si conoscevano fra di loro "ho fatto una squadra di calcio chiamata Comedians e ci siamo iscritti a un torneo di quelli terribili dell'ARCI. Questa volta non ho osato fare lo stesso." L'armonia e l'intesa tra i protagonisti è stata creata invece attraverso due settimane di prove, nella stessa location in cui poi è stato girato in film in sole quattro settimane: "a quel punto," dice il regista "mi sono inserito tra di loro con due macchine da presa e due operatori bravissimi a non inquadrarsi a vicenda, e tutto è stato sorpendentemente semplice." Il merito, dice Salvatores è stato anche degli attori, scelti con cura e precisione: "perché come diceva Truffaut un buon cast garantisce l'80% del film, specie con un testo come questo in cui la squadra era fondamentale. E poi," aggiunge, "passiamo tanta vita con le persone con cui lavoriamo e devi trovare quelle con cui stai bene. Più vai avanti più non hai voglia di perder tempo con cose e persone che non ti piacciono."

A chi gli fa notare che nel cast non ci sono donne, Salvatores risponde nel più ovvio e logico del modi: "volevo mettere in scena il testo di Griffiths parola per parola, tranne qualche adattamento nelle battute, e in quel testo non c'erano donne. In più i protagonisti parlano del loro rapporto col femminile e col sesso in modo tale che la presenza di una donna avrebbe sconvolto tutti gli equilibri narrativi del film."
Un film, Comedians, dove il dibattito su quel che si può dire e quel che non si può dire, sul politicamente scorretto o sul politicamente corretto (che pure non è il termine esatto, ma in questi termini è stato evocato), è costantemente sottotraccia. "Che il politicamente scorretto sia stato sdoganato è bene per alcune cose, ma forse siamo anche andati un po' oltre," osserva Salvatores. "Oggi se dici una cosa gentile vieni accusato di essere un buonista, devi essere sempre cattivo, o al limite usare la comicità per essere simpatici, come fanno certi politici, quando invece avremmo bisogno di una classe politica che non fosse simpatica, ma che facesse da padre." D'altra parte gli eccessi di suscettibilità e identitarismo di oggi non piacciono a Salvatores, che pensa che "il MeToo sia nato da un'istanza giusta, ma che cade nel ridicolo per via di certi eccessi", e critica che si debbano premiare "per forza film con cast di attori neri".

Quel che è certo, è che Salvatores sa bene come evitare certe trappole in cui rischiano di cadere invece alcuni protagonisti del suo film, nel tentativo di coniugare bravura e successo. In Comedians il personaggio di Natalino Balasso dice che per avere entrambe le cose devi essere bravo dall'inizio, perché se hai successo prima, bravo non lo diventerai più. "A questo ho risposto cercando di fare ogni volta qualcosa che non sapevo, per imparare qualcosa di nuovo e non considerarmi arrivato," dice il regista. "Quando sei convinto di saper fare molto bene una cosa, vuol dire che sei vicino alla fine."
Salvatores è contento di poter presentare il suo film al pubblico alla ripresa delle attività delle sale dopo tanti difficili mesi di stop. "È importante per me uscire adesso con questo film, e accettare una sfida. A me è andata bene nella vita, e ogni tanto bisogna restituire qualcosa, in questo caso un film per andare al cinema. Il cinema in sala non morirà mai, e non lo dico per eccesso di ottimismo: semplicemente perché la sala è quel posto dove per due ore non devi per forza essere interattivo, e perderti in un racconto. Un film lo puoi vedere anche a casa, certo, ma lì la realtà e le sue distrazioni sono sempre presenti."
Comedians uscità nelle sale il 10 giugno con 01 Distribution.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo